Mille e…una zampa

L'oro di Napoli

d8c65bdc4fb267c97f2f7edaa5ddd7f8_w300_h300.jpg
0
0
0
s2sdefault

Napoli. La Napoli che è “velata”, quella dai “mille colori”, quella di Gomorra, di Scampia, di San Giorgio a Cremano, di Secondigliano e di Posillipo. La vecchia e cara Napoli che ha saputo intrecciare la boriosità spagnola, l'argutezza francese e l'innato senso estetico della Magna Grecia, senza perdere di vista chi fosse e da dove partisse.

Leggi tutto: L'oro di Napoli

Consigli per i regali di Natale

79705f3100365c48016274904d3157e3_w300_h300.jpg
0
0
0
s2sdefault

Siamo quasi a Natale e cosa c’è di meglio che trovare un cucciolo sotto l’albero? Come non pensare a “Lilli e il Vagabondo”, cartone della Disney, in cui Gianni regala a sua moglie Tesoro la piccola Lilli con un grosso fiocco rosso, due enormi occhioni e due lunghe orecchie sulle quali inciampa? Scene che scaldano il cuore a grandi e soprattutto piccini BAMBINI che iniziano a chiedere ai loro genitori di avere un cane o un gatto. Lo scorso anno secondo i dati dell’Associazione Italiana Animali e Ambiente (AIDAA) in occasione del Natale sono stati regalati circa 22 mila cuccioli (tra cani e gatti). Tutto fantastico, sembrerebbe quasi una favola, se nonché poi la sera di Natale passa, la vita continua e la LAV c’informa che, nello stesso 2016, sono stati abbandonati circa 80.000 gatti e 50.000 cani solo d’estate.

Leggi tutto: Consigli per i regali di Natale

Vento d'Estate

cac8d4cc93dcd248ac100ae4a5e1dea2_w300_h300.jpg
0
0
0
s2sdefault

Secondo un’indagine dell’A.N.M.V.I., dal 2011 al 2017, i proprietari di Pet over 65 sono aumentati dal 21,5% al 23,7%. Eh già, oltre ai genitori che si ritrovano “a carico” gli animali adottati o comprati sotto slanci di entusiasmo da figli con poca duttilità alle responsabilità e all’impegno, animali che poi restano a casa con mamma e con papà perché loro sono troppo impegnati a viversi la proprio vita (come se avere un pet non lo permettesse, sic!), gli over 65 che scelgono di condividere casa e divano con un pelosino a quattro zampe sono in continuo aumento. A prescindere dai benefici dimostrati scientificamente come l’aumento del benessere psicofisico, l’incremento a mantenere relazioni sociali, l’eliminazione del senso d’inutilità, ed il miglioramento effettivo della qualità della vita, secondo me c’è anche altro.

Leggi tutto: Vento d'Estate

Ti presento Larry

0
0
0
s2sdefault

E’ proprio vero “ogni scarrafone è bello a mamma sua”! La prima volta che ho sentito parlare di Larry, sono sincera, ho creduto si trattasse di un cane. La sua padrona raccontava le sue abitudini, il suo carattere sfrontato e le sue preferenze nel gioco ed io rispondevo parlando di Amanda e Frida (n.d.r. le mie cagnoline). Il discorso filava perfettamente sino a che (Tadatadan!) colpo di scena: Larry è un pappagallo. Meglio, Larry è una bellissima Amazzone a fronte gialla di ben 35 anni, adottata dal papà della ragazza quando era cucciola perché importata illegalmente in Italia. Ha un nome maschile perché all’inizio non avevano ben individuato il sesso, un piumaggio che solo a guardarlo ispira morbidezza di colore verde smeraldo e giallo, due ali enormi e convive tranquillamente libera in casa con due cani e una tartaruga di nome Carolina. Insomma è un membro della famiglia a tutti gli effetti.

Leggi tutto: Ti presento Larry

Non basta ascoltare, bisogna saper sentire

22ae9486a77b4b096aa062700b1b0c2c_w300_h300.jpg
0
0
0
s2sdefault

Questa storia nasce molto tempo fa… molto prima che l’uomo diventasse “Sapiens”, molto prima che i Greci si rendessero conto e ci facessero notare che per essere davvero ispirati ci serve una Musa! Loro ne hanno individuate nove che sapessero fare la differenza, una di queste si chiama Musica o meglio Euterpe! Nome che già solo a sentirlo per chi ha fatto il classico, malgrado si sia già dimenticato tutto, ha quel prefisso: “eu”, che vuol dire bene, unito al verbo “tertteo” che significa “piacere”. Insomma due parole tradotte dalla comunità scientifica, che spesso è in disaccordo ma che in questo caso ha trovato una linea comune, con: “Colei che rallegra”.

Leggi tutto: Non basta ascoltare, bisogna saper sentire

A volte basta uno sguardo

99e70f114c502540f2b29aa2722d31c8_w300_h300.jpeg
0
0
0
s2sdefault

Molto spesso nella mia vita mentre passeggiavo per la strada mi sono sentita dire da chi passeggiava con me: “Lo sai che sorridi a tutti i cani che incontri?”. Osservazione vera, lo faccio senza rendermene conto da che ho memoria che esisto. Ogni volta che mi trovo faccia a faccia con un pelosino a quattro zampe mi viene spontaneo guardarlo e sorridergli come per salutarlo. Non accarezzo mai cani che non conosco perché mi rendo conto che potrebbero non gradire il mio slancio di affetto, ma anzi potrei metterli in imbarazzo, quindi mi limito ad un sorriso. Tuttavia spesse volte sono proprio loro che mi si avvicinano per conoscerci.

Leggi tutto: A volte basta uno sguardo

Altri articoli...

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting