Regali di Natale... ma senza fare code!

78a07010b92c28fefa9d79ca9d50e257_w630_h630.PNG
0
0
0
s2sdefault

Arriva il Natale e - che ci piaccia o no - arriva anche la corsa ai regali, tanto più intensa e frenetica quanto più ci si avvicina al 25. Chi non si è mai trovato, anche solo per caso, preso in coda ad attendere di essere servito o anche solo di pagare?
Quest'anno però c'è un negozio che si è premunito in tempo ed ha adottato un nuovo modo di gestire le code, soprattutto nella stagione regina dei regali. Questo negozio è una storica Gioielleria, che nel periodo natalizio viene quasi letteralmente presa d'assalto dai clienti, soprattutto da quelli che vogliono regalare famose (e pubblicizzatissime) marche commerciali, di cui è rivenditore ufficiale. Questo nuovo "Mangiacode digitale" sfrutta la rete Internet ed i programmi cosiddetti Open Source e la differenza fondamentale sta nel fatto che, una volta stampato il classico numerino mangiacode (o tagliacode che dir si voglia), non si è più costretti ad aspettare in negozio. Vediamo come...

Il cliente che entra in negozio si trova di fronte un comune e familiare dispositivo touchscreen (per capirsi, un normale Tablet o iPad) con i tasti per selezionare il servizio che si desidera prenotare. Quindi, con un tocco, stampa il bigliettino con il numero e conferma la prenotazione della coda. Questa prenotazione viene "scritta", attraverso la rete wireless, sul computer della gioielleria, che visualizza la prenotazione. Nello stesso momento, la prenotazione viene inserita nella lista visibile anche sul televisore posto in negozio, un po' come accade alle poste o in ospedale. Questa volta però non si è più costretti a rimanere fisicamente nel locale, fissando il tv in attesa del proprio turno. Infatti, la stessa lista proiettata sul televisore del negozio viene trasmessa in diretta sui social network (in particolare Facebook, ma anche Twitter o Instagram); per cui è possibile consultarla e verificarne l'avanzamento da qualsiasi luogo; il che consente di uscire, fare altri giri, visitare altri negozi o semplicemente fermarsi per un caffè o sbrigare altre faccende. Quando si avvicinerà il proprio turno, si potrà ritornare al negozio.
Dunque la virtualizzazione della coda ci libera dall'obbligo di rimanere "a vista" del televisore o del bancone del negozio. Ci evita il disagio di un locale affollato. Fa aumentare il tempo libero a nostra disposizione. 
Inoltre, non si è più obbligati a conservare fisicamente il bigliettino, basta ricordare il numero della prenotazione. E se anche per qualche sfortunato motivo non dovessimo arrivare in tempo al momento della chiamata del nostro turno, niente panico, niente ressa (e niente polemiche con gli altri in coda): se un turno viene saltato, poiché rimane salvato sul programma, può essere riaperto e ripreso in carico dal personale di vendita.
Senza approfondire gli aspetti tecnologici, la possibilità dell'utilizzo di software open source abbassa sensibilmente i costi di un tale servizio, che il negozio può offrire in maniera gratuita ai propri Clienti. Da parte sua invece la gioielleria guadagna in qualità del lavoro, velocità di evasione della coda, immagine del locale e... contatti Facebook con cui interagire per fidelizzare la clientela.

 

Scrivi a Ricomincio da Internet
Inviaci un messaggio con un argomento che ti piacerebbe approfondire, un problema che hai vissuto riguardanti Internet, la rete e la tecnologia digitale
Inserisci il tuo nome!
Inserisci la tua email!
Scrivi il tuo messaggio!

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting