Tutti gli italiani hanno un animale. La storia di Viviana.

frida.jpg
0
0
0
s2sdefault

Dai dati usciti sui giornali sembra proprio così. Gli articoli e le trasmissioni tv si susseguono senza tregua. Affari&Finanza, inserto economico finanziario di Repubblica, ha pubblicato il 25 settembre un articolo a tutta pagina sui pet, cioè gli animali domestici, in cui si afferma che sono ormai oltre 60 milioni i nostri amici  tra cani, gatti, pesci, uccellini e piccoli mammiferi con un fatturato di circa due miliardi l’anno. Stiamo parlando di 30 milioni di pesci, 12,9 milioni di uccellini, 7,5 milioni di gatti, 7 milioni di cani, 1,8 milioni di piccoli mammiferi (tra cui roditori e conigli) e 1,3 milioni di rettili. I dati forniti provengono dall’ultimo rapporto  Assalco Zoomark che, non a caso, si intitola: “Pet: dal ruolo in famiglia al riconoscimento in società”. Tra le curiosità che riguardano i pet, quella dei corner solidali creati dai supermercati Conad dove si raccoglie il cibo per cani e gatti curati nei canili.

Il sindaco di Firenze Nardella, ha deciso di intitolare le aree cani ai “cani eroi” come Laika che il 3 novembre del ’57 fu inviata dai russi sulla luna sulla navicella spaziale Sputnik 2 per un viaggio in cui non era previsto il ritorno o come  il cane Fido che aspettò per quattordici anni il suo padrone che era morto nel bombardamento della fabbrica dove lavorava. Sono previste perfino delle assemblee con i proprietari di cani per decidere le future intitolazioni delle aree.

Ormai non sono soltanto le famiglie tradizionali con bambini ad avere animali ma moltissimi single che lavorano. Viviana C. lavora dalle nove alle diciotto ma ha due meticci che si chiamano Amanda e Frida di anni sei e quattro. Racconta Viviana:  “Amanda l’ho presa a un canile e Frida l’ho trovata per strada, abbandonata. Sono di taglia grande e quindi hanno bisogno  di movimento. La mattina mi alzo alle sei e, dopo una colazione veloce, le porto a fare una passeggiata. All’ora di pranzo una mia amica che è anche educatore cinofilo, le viene a prendere e le porta al parco. La sera, quando torno dal lavoro, abbiamo appuntamento fisso con alcuni cagnolini del quartiere e i loro padroni per giocare e socializzare. Dormono con me, vengono in vacanza con me perchè scelgo sempre strutture che ospitano anche i cani e vengono anche a cena fuori con me. Se la cena si protrae e si fa troppo tardi,  la  mattina dopo non vogliono uscire ma preferiscono restare sul letto a farsi fare le coccole.” Non c’è commento a tanto amore per gli animali.

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting