LA CASA NUOVA

0
0
0
s2sdefault

Una mattina di due anni fa, Francesco, mio marito, piomba in camera nostra, brandendo un giornale e gridando: ”Ci trasferiremo in Tunisia, dove i miei mille euro di pensione valgono il doppio e dove le tasse per i residenti sono molto basse!”. Ho pensato che scherzasse e mi sono voltata dall’altra parte! Invece ogni giorno mi ripeteva: “Stai tranquilla, in Tunisia faremo una vita da signori, in barba ai nostri politici che non pensano che ad aumentare le tasse e alla signora con le lacrime di coccodrillo, che vuole tagliare le pensioni!”. Io facevo finta di niente, pensando che questa idea balzana passasse.

Mi arrangiavo con i pochi soldi che avevamo, facevo dei manicaretti buonissimi con niente e riuscivo anche ad invitare gli amici a mangiare. La nostra vita era molto semplice, senza sprechi, senza niente di nuovo da indossare, ma sempre con tanti amici e i nipotini. La nostra casa, piccolissima, ma di proprietà, era sempre piena di gente. Quando mio marito mi parlava di trasferirci, facevo finta di niente, sicura che non sarebbe mai successo. Invece non conoscevo bene Francesco. Passava le giornate al computer, indeciso se trasferirsi alle Canarie oppure in Tunisia. Una sera mi mostra una foto: “E’ deciso, compreremo questa casa a Tunisi, è una casa bellissima, ha un giardino con palme e perfino una piscina! E’ in un quartiere residenziale molto tranquillo e costa poco. Venderemo questa casa e laggiù faremo una vita da nababbi! Il giorno dopo vedo appeso sulla porta d’ingresso il cartello “Vendesi” e mi sento morire. Quindi è vero, è tutto vero, ci trasferiremo in Tunisia! I prezzi delle case sono scesi e le offerte sono poche, pensavo quindi che mio marito desistesse e, invece, a tutti costi vuole vendere e cominciare una nuova vita in Tunisia. Io non parlo, non ho più parole e guardo gli eventi svolgersi in fretta, mia figlia e i miei nipotini non fanno che ripetermi: “E’ un’idea bellissima, vi verremo a trovare sempre, tanto in Tunisia è sempre caldo!”. E il giorno della partenza arriva in fretta: abbiamo salutato gli amici, io con la morte nel cuore, mio marito invece, esultante, ha invitato tutti a venirci a trovare nella nostra casa con camera per gli ospiti! La nuova casa è bella, ha un giardino con fiori e palme e una piscina. Ci sono davvero delle camere per ospiti e il salotto è grande e si apre sul giardino. Non posso dire niente, ogni giorno mi alzo e ricaccio le lacrime, mi alzo a fatica, sto sempre zitta, non conosco nessuno. Abbiamo perfino una cameriera che arriva tutta coperta dalla testa ai piedi e guarda con rimprovero le mie braccia nude e le mie gonne corte. Per parlarle devo consultare i dizionario, non ci capiamo e allora comincio a gesticolare .Mi guarda da sotto il velo, con i suoi grandi occhi scuri ed io non so che fare! Le mie giornate sono tutte uguali, non abbiamo amici, cerco di arredare la casa ma gli oggetti sono molto esotici e le stoffe troppo lucide. Penso alla mia strada, dove tutti mi conoscevano, penso alla parrucchiera che mi faceva credito quando non avevo soldi, penso ai nipotini che mi piombavano in casa senza preavviso, dopo la scuola, per mangiare un piatto di pasta. Alle miei amiche, alle partite di burraco nei pomeriggi piovosi. Francesco invece è felice, si stende al sole, con una pila di vecchi giornali italiani e commenta: “Ma ti rendi conto, in Italia piove, il governo pensa ad aumentare le tasse! Che meraviglia essere qui e avere questa nuova vita!”. Io lo guardo, un fiotto di lacrime mi sale agli occhi e, per non farmi vedere, mi tuffo in piscina.

Ascania Baldasseroni
4 novembre 2014

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting