Vento d'Estate

vento estate.jpg
0
0
0
s2sdefault

Secondo un’indagine dell’A.N.M.V.I., dal 2011 al 2017, i proprietari di Pet over 65 sono aumentati dal 21,5% al 23,7%. Eh già, oltre ai genitori che si ritrovano “a carico” gli animali adottati o comprati sotto slanci di entusiasmo da figli con poca duttilità alle responsabilità e all’impegno, animali che poi restano a casa con mamma e con papà perché loro sono troppo impegnati a viversi la proprio vita (come se avere un pet non lo permettesse, sic!), gli over 65 che scelgono di condividere casa e divano con un pelosino a quattro zampe sono in continuo aumento. A prescindere dai benefici dimostrati scientificamente come l’aumento del benessere psicofisico, l’incremento a mantenere relazioni sociali, l’eliminazione del senso d’inutilità, ed il miglioramento effettivo della qualità della vita, secondo me c’è anche altro.

Questo dato, sinceramente, non mi ha sorpreso per niente! Perché? Io sono nata, cresciuta e vivo in un quartiere popolare di Roma. Una zona in qui ci si conosce più o meno tutti da sempre, di quelle che a volte può stare stretta ma che ogni giorno, da sempre, ti fa vivere tante storie.

C’è ad esempio Valeria, una bella signora bionda con due enormi occhi azzurri. Quando ho scoperto che aveva 80 anni ho capito che di età non capisco niente! Ha tre cani, una gattina e 7 galline. Tutti raccatati per strada. Ha sempre avuto animali ed un giorno mi ha detto: “Quando ero giovane avevo una coppia di pastori belga, una coppia di Rottweiler, gatti forastici e anche una coniglietta. Oggi non sarei in grado”. Inutile dire che è in grado di fare molto di più della maggior parte delle persone che conosco della mia età.

C’è la signora che aveva il collie che adoravo quando ero piccola che ora ha un Pinscher che non può vedere i miei cani, ma lei al posto di dirle di dismettere di abbaiare, ride! C’è il signore serioso con la sua fox terrier altrettanto seriosa fissi al bar a leggere il giornale, c’è Anna con i suoi 13 gatti di cui oramai ho imparato quasi tutti i nomi e lo loro preferenze culinarie e poi c’è lei…non so come si chiama!

L’ho incontrata una in una sera d’estate in cui faceva molto caldo e non tirava un filo di vento. Ha un simil bassotto di 15 anni. Quella sera le era morto il marito ed anche il cane non stava per niente bene, abbiamo scambiato due chiacchere e mi ha detto: “Se muore anche lui, io non ho nessun motivo per continuare a vivere.”

L’ho rincontrata dopo circa un mesetto in una sera in cui, si faceva sempre molto caldo, ma tirava finalmente un po’ di vento, ed il cagnolino si era ripreso e aveva ricominciato a camminare, e le andava incontro…. Lei lo aspettava ferma a braccia aperte, godendosi quel momento di respiro, con una camicia svolazzante e la felicità negli occhi.

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting