VIA LIBERA ALLA CIOCCOLATA

0
0
0
s2sdefault

In questi giorni subito prima di Pasqua, le nostre case saranno piene di cioccolata, per fortuna arrivano notizie positive che fanno diminuire i nostri sensi di colpa. Dalle ultime ricerche svolte, si è scoperto innanzitutto che la cioccolata è un ottimo anti depressivo naturale grazie a tutti i suoi componenti naturali, che inducono le sensazioni di piacere e di benessere: la serotonina, il cosiddetto “ormone della felicità” e l’endorfina, efficace nell’inibizione del dolore; ma non solo come spiega il nutrizionista Andrea Ghiselli "l'effetto sull'umore è dovuto in parte anche al solo fatto che mangiare qualcosa che ci piace ci appaga e ci rende, quindi, più felici".

Altro studio pubblicato su FASEB Journal, mostra come il cioccolato (soprattutto quello fondente) aiuta a ripristinare la flessibilità alle arterie evitando che i globuli bianchi si attacchino alle pareti dei vasi sanguigni. Il Dott. Diederik Esser della Divisione di Nutrizione Umana della Wageningen University ha analizzato gli effetti del consumo di cioccolato in circa 40 uomini over 60 in sovrappeso per due periodi di quattro settimane. Dopo il periodo d’intervento, i ricercatori hanno eseguito una serie di misurazioni che sono importanti indicatori della salute vascolare, a conclusione della ricerca gli studiosi hanno commentato: “questo studio fornisce nuove intuizioni su come il cioccolato influisce sulla salute endoteliale dimostrando che il consumo di cioccolato, oltre a migliorare la funzione vascolare, riduce anche la capacità di adesione dei leucociti nella circolazione». Una ricerca italiana, pubblicata sul Journal of the American Heart Association, ha dimostrato che il cioccolato fondente può avere effetti positivi anche sulla circolazione. Lo studio è stato condotto su persone di età tra i 60 ai 78 anni, affetti da una patologia che colpisce soprattutto la circolazione del sangue delle gambe limitando così le capacità di camminare. I pazienti sono stati divisi in 3 gruppi: il primo consumava cioccolato fondente all'85% di cacao, il secondo cioccolato al latte e il terzo niente. Chi mangiava il cioccolato amaro è risultato più veloce, è stato scoperto che "I polifenoli contenuti nel cioccolato fondente stimolano la produzione di nitrossido che è un potente dilatatore" spiega Ghiselli. Possiamo concludere che la cioccolata, meglio affidarsi a quella fondente con un‘alta percentuale di cacao, è un piccolo vizio che possiamo concederci con moderazione, la dose consigliata è di un cubetto da 10 grammi che contiene circa 50 calorie, quanto una mela!

Beatrice Viola
11 aprile 2017

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting