Il Ventaglio di Psiche

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Nei mesi caldi, spesso, si desidera che spiri qualche alito di vento per rendere meno roventi le temperature estive, ma non sempre il desiderio è esaudito, così  si ricorre alla ventilazione prodotta artificialmente. Il vento, caldo o freddo che sia,  è un elemento della Natura che può essere gradevole, fastidioso o inquietante. La tolleranza al vento dell’essere umano non è la stessa per tutti, c’è chi lo ama per  la sua forza dirompente che spazza via nuvole e pensieri e chi, invece, lo teme perché evocativo di tempeste minacciose incombenti.  In ogni caso, il vento, percettibile o impercettibile,  sembra essere  espressione di uno stato d’animo.  L’assenza di vento produce ristagno dell’aria e nulla si muove, mentre la presenza di vento  attiva il movimento e porta  via tutto. È, a questo punto, facile associare l’attività del vento all’attività della mente, che produce pensieri che rischiano di ristagnare se  non si alza il vento del cambiamento.

Nell’età over il ristagno dei pensieri è un rischio, perché la vita è meno attiva, il ricambio più lento e indugiare nelle preoccupazioni è   prevedibile. Come produrre il vento che rinfresca, districa e rimuove? Intanto, fermarsi e ascoltare i pensieri, per avere la conferma di quanto spesso si alimenti eccessivamente una preoccupazione, consente di raggiungere  la consapevolezza che  può  aiutare a cercare il ventaglio psicologico.  Il ventaglio di Psiche, consente di mimare la forza di Eolo, dio dei venti, per spingere le vele dei pensieri tra le onde del mare  della vita o per  risucchiare le preoccupazioni  nei vortici dell’aria e disperderle  tra i flutti.   Il vento, quindi, si  può produrre con l’energia della vita, oltre  le stagioni e le loro temperature, modulandone l’intensità in base al bisogno di refrigerio della mente.

 

Sira Sebastianelli

psicologa-psicoterapeuta

 

 

 

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting