Nuvole, pensieri e… presbiopia

0
0
0
s2sdefault

Le nuvole, cariche di significato quanto di pioggia, accompagnano silenziose la vita terrestre come grandi e colorati cappelli, dalle svariate e soffici forme che sembrano invitare lo sguardo ad affondarvi dentro. Come i pensieri si rincorrono nella mente, così le nuvole si rincorrono nel cielo sospinte da venti moderati o forti, come gli stati d’animo, portatori di tempo sereno o di tempesta. Pensieri e nuvole s’incontrano nella similitudine, perché dotate di potenzialità positive e negative a seconda delle variabilità dell’umore o del tempo. La variabilità delle nuvole è anche la variabilità dei pensieri, che spesso vengono da lontano e avvolgono il presente con il loro carico di pioggia, leggera e feconda o insistente e ossessiva.

Le nuvole hanno sempre affascinato gli abitanti della Terra, fin dai tempi più remoti, tant’è che sono citate in molte espressioni comuni, come “nuvole nere all’orizzonte” o “cadere dalle nuvole”. L’eclettico Johann Wolfgang von Goethe fu talmente attratto dalle nuvole che ne scrisse un interessante testo “La forma delle Nuvole”, in cui coniugava scienza e letteratura in un’ affascinante narrazione poetica. Le nuvole si osservano guardando in alto, volgendo l’attenzione allo spazio aperto che non sempre per un over, e non solo, è una facile attività, perché volgere lo sguardo in luoghi senza confini può indurre disorientamento e spaesamento. In fondo, l’essere umano ha bisogno di confini, che è importante immaginare non come rigide barriere, ma come morbide protezioni che delimitano uno spazio privato e intimo, affinché sia agevole e rassicurante alzare lo sguardo. Sarà anche un caso, ma la presbiopia è l’alterazione della visione tipica degli over, che consente di vedere meglio da lontano che da vicino, quasi a sottolineare quanto, a una certa età della vita, sia più utile volgere lo sguardo oltre la siepe della quotidianità, per vedere meglio l’orizzonte, assecondando i cambiamenti fisiologici. Quale miglior occasione, quindi, per guardare all’insù e affidare i propri pensieri alle nuvole, lasciandosi rapire dalle loro forme più imprevedibili e dai loro colori più incredibili?

 

Sira Sebastianelli

psicologa-psicoterapeuta

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting