Tendenze

"La piccola bottega degli orrori". Un musical divertente nella nuova versione 2.0

la-piccola-bottega-degli-orrori-960x960-attori-new.jpg
0
0
0
s2sdefault

Alla sala Umberto di Roma, dal 3 dicembre al 22 dicembre 2019, sarà in scena  il musical “La Piccola Bottega degli Orrori”   una produzione di Alessandro Longobardi (Viola Produzioni in coproduzione con OTI) e Bottega Teatro Marche. I testi e il libretto del musical sono di Howard Ashman, le musiche di Alan Menken,  l’adattamento e  la regia sono di Piero Di Blasio : “Abbiamo deciso di dare alla storia che già era bella così,  una “spolverata”, una “rinfrescata”, qualcosa di nuovo, e abbiamo messo dentro lo spettacolo quello che era visivamente nuovo, le scenografie e i costumi.  Abbiamo  creato per  “La Piccola bottega degli orrori”  un nuovo logo, un nuovo brand, una nuova versione 2.O, che non ha “snaturato” l’interpretazione originale ma che  l’ha resa più fruibile per il 2019” 

Dopo 30 anni esatti Giampiero Ingrassia torna ad interpretare il ruolo di Seymour ne  La Piccola Bottega degli Orrori – il primo musical italiano prodotto dalla Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi. ” Lo spettacolo non è un Family Show dice Giampiero Ingrassia- ma i bambini si divertono tantissimo, lo abbiamo visto a Fermo e a Genova, è una sorta di favola, un Faust tinto di fuxia”. Sarà in scena con lui Fabio Canino che affronta con grande entusiasmo per la prima volta il musical, interpretando il ruolo di Mushnik:” Io sono veramente la pecora nera del gruppo, non ho mai fatto un musical in vita mia e a “18” anni fare il debutto di una cosa del genere era ed è molto rischioso. E’ una compagnia eccezionale, sono tutti grandissimi talenti, ed è un peccato che talenti come questi non arrivino alla televisione, che rappresenta il massimo specchietto per far vedere chi c’è. E’ uno spettacolo divertente, leggero, non superficiale e  per Natale invitate le persone  a fare come regalo un biglietto per andare a teatro.”  

Leggi tutto: "La piccola bottega degli orrori". Un musical divertente nella nuova versione 2.0

unger_2.jpg
0
0
0
s2sdefault

Dal 14 novembre al 16 dicembre 2019, nella suggestiva galleria permanente Umberto Mastroianni nei Musei di San Salvatore in Lauro, sono esposte le opere di Henry Unger. La mostra  “Passi di vita” è a cura di Victoria Noel-Johnson e presenta al pubblico  quarantacinque tempere e diverse fotografie, frutto dell’altra grande passione del surrealista svedese, da lui scattate durante numerosi viaggi in Africa.

Zichichi: “Tra gli artisti d’oggi Unger è quello che ha dedicato una attenzione particolare al fine di tradurre in immagini alcune conquiste della Logica Matematica e della Scienza”

“Nelle opere di Unger – spiega Carla Esposito Hayter – la figurazione è diretta, l’immagine certa; solide le linee di contorno che escludono il tempo e affermano l’esistenza di eden mitici, dove i cieli sono senza nubi, i volti senza segni. Il tratto, libero e rapido, descrive con calcolata armonia compositiva, senza pentimenti, esitazioni”. Altra testimonianza arriva da Antonino Zichichi: “Il modo più immediato e completo per trasmettere messaggi sono le immagini. Ecco perché è l’Arte che riesce a comunicare in modo diretto, stimolando riflessioni su ciò che in un’opera d’arte l’autore ha voluto esprimere. Tra gli artisti d’oggi Unger è quello che ha dedicato una attenzione particolare al fine di tradurre in immagini alcune conquiste della Logica Matematica e della Scienza”.

Leggi tutto: “Passi di vita”. L’arte di Henry Unger in mostra a Roma : tra sogni sospesi, scienza in immagini e...

Teatro Brancaccio. "Aladin il musical geniale" Uno spettacolo da vedere in famiglia.

Z06_7433.jpg
0
0
0
s2sdefault

Un pomeriggio o una serata da condividere con i propri nipoti, un bel musical con una scenografia grandiosa ed effetti speciali veramente magici che incanteranno grandi e piccini.

Maurizio Colombi, regista, autore e attore, con Alessandro longobardi, direttore artistico del Teatro Brancaccio, tornano insieme per un nuovo grande family show: ALADIN il Musical Geniale con l’intento di replicare il grande successo di “Rapunzel il Musical”, “Peter Pan il musical” e “La Regina di Ghiaccio il musical” tutti ideati e diretti da Maurizio Colombi.Più di un family show, il nuovo musical, liberamente ispirato ad una delle più celebri novelle orientali de Le mille e una notte, ripercorre le avventure di Aladino e del genio della lampada, in un sontuosa ambientazione medio-orientale con alcune contaminazioni in stile Bollywood nelle musiche originali, negli arrangiamenti musicali, nelle coreografie e nei costumi.La scrittura del testo e delle musiche, la progettazione delle scene e dei costumi, la scelta del cast sono stati definiti da Maurizio Colombi e dell’oramai più che collaudato cast creativo composto da Alessandro Chiti per la scenografia, che prevede 24 cambi scena che appariranno e spariranno come d’incanto, avvalendosi di uno spettacolare disegno luci curato da Umile Vainieri. I quadri sveleranno paesaggi desertici, il sontuoso palazzo del Sultano, il balcone di Jasmine sul giardino del palazzo, il fervente mercato della città, la prigione, la bottega di Aladin, la meravigliosa e splendente grotta del tesoro e il romantico volo di Aladin e Jasmine sui tetti di Bagdad;

Leggi tutto: Teatro Brancaccio. "Aladin il musical geniale" Uno spettacolo da vedere in famiglia.

Ali-ment-azione consapevole. A pranzo con Paolo Marchetti e Max Mariola

OREF6100.jpg
0
0
0
s2sdefault

Sabato scorso, presso la Casa Fluviale, nuova location del poliedrico ristorante Porto Fluviale, la Fondazione per la Medicina Personalizzata (FMP)  ha organizzato l’evento “ALI-MENT-AZIONE CONSAPEVOLE”. Uno show-cooking per sensibilizzare i pazienti oncologici e i loro familiari all’importanza di alimentarsi in modo sano anche per mitigare gli effetti indesiderati della chemioterapia. Lo chef mediatico Max Mariola, volto di Gambero Rosso Channel e di Rai Premium insieme al Prof. Paolo Marchetti hanno coinvolto un gruppo di pazienti oncologici e un loro familiare in un corso breve di cucina. E cosa hanno cucinato? Per antipasto una Parmigiana di Melanzane  seguita da una  Minestra di pesce, un’ Ombrina in umido, Bieta con noci e uvetta e come dessert Frutti di Bosco. Una master-class con l’obiettivo di aumentare conoscenza e consapevolezza degli effetti che gli alimenti, e il modo di prepararli, hanno nel contrastare e mitigare gli effetti collaterali della chemioterapia. Dice il prof. Paolo Marchetti: “ Il progetto di “ Ali-ment –azione Consapevole”, reso possibile da un sostegno non condizionante di Amgen, è stato quello di riportare la mente e la ragione all’interno  di un percorso alimentare che è quello  con il quale si confrontano i pazienti tutti i giorni, che insieme ai loro familiari ci chiedono sempre che cosa possono mangiare, se un determinato alimento fa male, se un altro fa bene…

Leggi tutto: Ali-ment-azione consapevole. A pranzo con Paolo Marchetti e Max Mariola

Bauhaus. La scuola d’arte, architettura, design, pittura e artigianato compie 100 anni.

Prellerhausf.jpg
0
0
0
s2sdefault

Quest’anno ricorre il centenario del  Bauhaus , la famosa  scuola di arte, architettura e design fondata  nel 1919 in Germania, a Weimar, dall’architetto Walter Gropius  che rappresentò il modernismo in architettura.  La scuola si spostò in seguito a Dessau nel 1926 poi  a Berlino nel 1932 e nel 1933 fu chiusa dal regime nazista. Ma anche se esistette solo per 14 anni, furono decisamente anni incisivi in quanto il Bauhaus  è tutt’ora  un movimento di grande impatto. Ma come si può spiegare il Bauhaus? Il concetto di quest’innovativa scuola fu espresso nel 1918 dall’architetto e urbanista  Bruno Taut “ A questo punto non ci saranno più confini tra artigianato, scultura e pittura; tutti questi aspetti saranno una cosa sola: Architettura”.  I tre principali istituti del Bauhaus, a Berlino, a Dessau e a Weimar insieme al governo federale hanno realizzato la “Bauhaus Association 2019” per festeggiare  insieme l’anniversario. La città che più si associa al Bauhaus è Dessau, infatti è il luogo  dove tra il 1925 e il  1932 la scuola di design  ebbe la sua produzione più importante.

Leggi tutto: Bauhaus. La scuola d’arte, architettura, design, pittura e artigianato compie 100 anni.

Sgarbi_Madonna_col_bambino_-_Copia.jpg
0
0
0
s2sdefault

Dopo il grande successo riscosso con Caravaggio e Michelangelo torna al Teatro Olimpico di Roma, dal 9 ottobre al  13 ottobre, Vittorio Sgarbi questa volta con "Raffaello".

Vittorio Sgarbi esordì al Festival La Versiliana nell’estate 2015 con lo spettacolo teatrale “Caravaggio”, con sorprendenti salti temporali condusse il pubblico in un percorso illuminante dentro le viscere artistiche e sociali del Merisi, tali vicende hanno disvelato straordinari fenomeni premonitori della contemporaneità, il pubblico ammaliato dall’inedita percezione, e stimolato dall’abile miscela di racconto, immagini e suoni, ha potuto sperimentare l’indissolubile comunione con l’esperienza caravaggesca, esperienza rinnovata nei sequel degli altrettanto fortunati “Michelangelo” (Stag.2017/18) e “Leonardo” (Stag.2018/19).

Le magistrali performance di Vittorio Sgarbi han fin qui dimostrato come, artisti antecedenti il nostro secolo abbiano fortemente inciso il modo di percepire il quotidiano in cui siamo immersi. Il quarto protagonista su cui vertono le nuove indagini del Vittorio “Nazionale”, compone un trittico sul Rinascimento giungendo a RAFFAELLO SANZIO (1483/1520), genio di cui nel 2020 ricorrono le celebrazioni dal cinquecentenario della scomparsa, e con cui attraverso questo spettacolare “Raffaello” viene anticipato un tributo a ciò che sarà istituzionalmente.

Leggi tutto: Teatro Olimpico di Roma. La nuova magistrale performance di Vittorio Sgarbi su Raffaello Sanzio

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting