Ruth Bader Ginsburg. A marzo esce il biopic sulla vita e la carriera della mitica giudice della Corte suprema degli Stati Uniti.

ruth.jpg
0
0
0
s2sdefault

Ecco a voi  un’altra iconica over 65: Ruth Bader Ginsburg, 85 primavere, seconda donna della storia americana  nominata, nel 1993 da Bill Clinton, giudice della Corte suprema degli Stati Uniti.  La vita di questa donna  eccezionale, caratterizzata da battaglie  infinite contro discriminazioni, ingiustizie e pregiudizi, sarà raccontata in un biopic  che uscirà nelle sale italiane il 28 marzo. Nel  film “Una giusta causa” diretto da Mimi Leder,  il personaggio di Ruth  è interpretato dall’attrice Felicity Jones.  La Ginsburg fu una delle nove donne accettate alla facoltà di legge di Harvard nel 1956.  Nella pellicola c’è una scena simbolica in cui il rettore  organizza una cena in cui sono presenti le nove studentesse e  chiede loro perché siano sedute ad un posto che spetterebbe di diritto ad un uomo… Ruth Bader Ginsburg risponde con ironia che si trova lì ad Harvard, dove anche il marito è studente, perché vuole conoscere le materie studiate così da diventare una moglie più comprensiva e paziente! In seguito si  laureò  alla Columbia University di New York dove il marito era stato trasferito per lavoro.  Malgrado il suo talento ebbe difficoltà a trovare un posto presso gli studi legali  newyorkesi perché donna. Ma proprio il marito, Martin D. Ginsburg, le venne in aiuto proponendole  di seguire insieme il caso di Charles Moritz, un uomo che voleva dedurre dalle tasse le spese per la cura della madre invalida. Deduzione che la legge prevedeva solo per le donne. 

I Ginsburg uscirono vittoriosi da questo caso di uguaglianza di genere e come  dice Jane Sharron de Hart, professoressa di Storia presso l’University of California e autrice di una biografia sulla Ginsburg:  la vittoria di Charles Moritz diventa per RBG, baluardo della  battaglia contro le discriminazioni di genere. Uno dei pilastri della sua vita e della sua carriera è stato il marito, che ha sempre condiviso sullo stesso piano doveri e responsabilità in nome della parità dei sessi. Il suo nome viene conosciuto dalle masse nel 2013 dopo una sconfitta in tribunale su una legge del 1965 che riguardava la protezione dell’accesso al voto.  Dopo la sentenza si diffuse sui social l’hastag #NotoriusRGB#  e da lì  la sua fama non fece che crescere facendola diventare un icona pop, che ha dato vita ad un merchandising dove la sua immagine è riprodotta su tazze, magliette, cover telefoniche, tatuaggi, libri per bambini e quant’altro vi venga in mente.

Film “Una giusta causa” uscita nelle sale cinematografiche italiane: 28 marzo 2019

https://www.comingsoon.it/film/una-giusta-causa/54961/video/?vid=29597

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting