“Oltre il Cancro” un libro per trasformare la malattia in modo creativo.

2959880.jpg
0
0
0
s2sdefault

Marta Tibaldi, psicologa, psicoterapeuta, psicologa analista nel suo libro “Oltre il cancro- Trasformare creativamente la malattia che temiamo di più” descrive, attraverso la propria storia di malattia,  come si possa reagire in maniera  creativa  e non distruttiva.  Il libro si compone in due parti, nella prima  Marta Tibaldi illustra la reale possibilità di trasformare positivamente l’esperienza drammatica del cancro. Questo avviene se si percepisce il significato profondo della malattia. L’Autrice impiegando alcuni strumenti della psicologia analitica junghiana come l’analisi dei sogni, le  immaginazioni attive,  la scrittura autobiografica del profondo, spiega come dare ascolto alla richiesta di trasformazione e di rinnovamento che la malattia porta in sé. Ribadisce che solo se si costruisce un rapporto attivo e consapevole con il cancro si possono attivare quei processi di autocura presenti  nella mente e nel corpo che facilitano  le spinte dell’organismo all’autoguarigione e al rinnovamento della personalità.  Così facendo la propria esperienza di malattia si trasforma in una risorsa per sé e per gli altri. La seconda parte del libro è un utilissimi vademecum scritto con sapienza da chi ha vissuto tutto l’iter oncologico.  Dieci schede di validissimi consigli e come lo definisce Marta Tibaldi “un piccolo manuale di sopravvivenza creativa” alla malattia e alle sue cure, pensato sia per i malati che per le persone che sono vicine a quest’ultimi. L’Autrice divide i malati, in principianti ed esperti scrivendo: “ Noi malati “esperti” abbiamo questa competenza, perché noi abbiamo attraversato il mare della malattia senza infrangerci sui suoi scogli e riportato conoscenze da cui altri rifuggono”.

Volendo fare un paragone, si può parlare degli Alcolisti Anonimi, ex alcolisti che mettono a frutto degli altri la propria esperienza e rappresentano per tutti un esempio positivo e di rinascita.  Marta Tibaldi sottolinea nel libro  il fatto che la malattia oncologica molto spesso dia ai malati il sentimento di essere diventati migliori. Per lei “ Riconoscere gli altri malati, prenderci cura di loro, significa riconoscere i nostri stessi bisogni e prendercene cura. Ciò che facciamo ai nostri compagni di malattia noi lo facciamo anche alla nostra parte malata.” Per i “sani”, i familiari, gli amici, leggendo questo libro si possono esercitare in quello che Marta Tibaldi definisce “la prevenzione psicologica al trauma del cancro”, ovvero l’esposizione graduale e tollerabile alla paura della malattia, la quale sviluppa competenza cognitiva ed emotiva nei suoi confronti ed una più saggia e gioiosa consapevolezza dell’esistere.

 

Marta Tibaldi:“Oltre il Cancro” /Trasformare creativamente la malattia che temiamo di più

Editore: Moretti & Vitali

www.martatibaldi.com

blog: martatibaldi.blogspot.com

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting