Il Castello di Clos Lucé. L’ultima dimora di Leonardo da Vinci

Leonardo.jpg
0
0
0
s2sdefault

Per le celebrazioni dei  500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci (1519/2019) in Italia come in Francia sono previsti molti eventi.  “Per ognuno di noi, la morte di quest’uomo è un lutto, è impossibile che la vita ne produca un altro” Queste sono le parole che pronuncia François I alla morte di Leonardo da Vinci avvenuta il 2 maggio 1519. Nel 1516 Leonardo da Vinci invitato dal re francese, François I, lascia l’Italia per la Francia, più precisamente per Amboise, nella Valle della Loira, dove soggiornerà nel castello di Clos Lucé. A 64 anni compiuti attraversa le Alpi, a dorso di mulo, con i suoi discepoli fra cui Francesco Melzi. In viaggio con sé porterà in Francia tre capolavori, la Gioconda, la Madonna con il Bambino e Sant’Anna e il San Giovanni Battista. Il castello di Clos Lucé era limitrofe al castello di Amboise, residenza della famiglia reale. Percorrendo un tunnel  sotterraneo,  che collegava i due castelli, Leonardo incontrava ogni giorno il re. Una parte di questo passaggio sotterraneo si può attualmente visitare. A Clos Lucé l’artista passerà gli ultimi tre anni della sua vita, lavorando a innumerevoli progetti per il re François I. In questo castello soggiorneranno  molti personaggi illustri dell’epoca  e gli amici artisti italiani di Leonardo.

Clos Lucé è stato di recente interamente restaurato e visitando le stanze del maniero si può facilmente immaginare com’era la vita dell’artista. Nei prossimi mesi sono in programma alcuni appuntamenti,  tra cui la mostra “La Cène de Léonard de Vinci pour François I, un chef d ’oeuvre en or et soie” dal 7 giugno al 2 settembre 2019, dove oltre ad una trentina di opere provenienti da vari musei e dalla collezione di Clos Lucé, si potrà ammirare questo arazzo, un’ opera monumentale con un’altezza di 4,90 metri per 9,15 metri di lunghezza, tratto da “L’Ultima Cena” di  Leonardo da Vinci  e prestato per le celebrazioni dal Musei Vaticani.  Inoltre il 18, 19 e 20 luglio ci sarà lo spettacolo teatrale e musicale  “Les Nocturnes” realizzato apposta per il cinquecentenario da Martin Bellamare e Didier Girauldon, mentre il 27, 28, 29 settembre 2019 ci sarà il Festival  Europeo della Musica Rinascimentale. Particolare attenzione merita lo spettacolo inedito del 27 settembre a cura del celebre compositore, musicista e umanista Jordi Savall. Ogni anno la città di Amboise attira molti turisti  che visitano l’ultima dimora di Leonardo. La città si sente inesorabilmente legata a da Vinci e per omaggiarlo ha organizzato, concerti, spettacoli, banchetti rinascimentali, mostre ed installazione interattive.

 

 

 

 

 

 

http://www.vinci-closluce.com/fr/evenements

https://www.amboise-valdeloire.com/destination-amboise-chateaux-loire/leonard-de-vinci/amboise-fete-les-500-ans-de-leonard/