Teatro della Cometa. Per la prima volta in Italia “Incognito” di Nick Payne

Incognito.png
0
0
0
s2sdefault

A Roma, al Teatro della Cometa, dal 4 al 22 aprile, in scena l’opera  “Incognito” del giovane drammaturgo inglese Nick Payne, considerato dalla critica il nuovo Tom Stoppard. I  ventuno personaggi che ruotano attorno a tre storie principali sono interpretati da Graziano Piazza, Anna Cianca, Giulio Forges Davanzati, Désirée Giorgietti  con la regia di Andrea Trovato. “I nostri cervelli lavorano costantemente, in maniera estenuante e senza sosta per trasmetterci l’illusione che tutto sia sotto controllo, ma non è così…Il cervello è una macchina narrativa ed è davvero, davvero brava a fregarci!”Finalmente, dopo i grandi successi di Londra e New York, potremmo vedere  anche in Italia  “Incognito”.  Nell’opera teatrale il cervello è protagonista , un organo capace di accumulare dati, memorizzarli, codificarli  e dare senso alla realtà attraverso la costruzione di un racconto. L’impianto narrativo è costituito da tre storie  principali, interconnesse fra loro, che esplorano la natura dell’identità e di come siamo definiti da quello che ricordiamo.

Due di queste sono realmente accadute: il primo caso riguarda Thomas Stoltz Harvey  che nel 1955 eseguì l’autopsia su Albert Einstein e, all’insaputa di familiari ed eredi, pensò bene di  studiare e sezionare il cervello del Professore per capire il come e il perché di una mente così geniale. Il secondo caso parla di Henry Molaison  a cui, nel 1953,  fu rimossa una parte del cervello per curare le sue crisi epilettiche. L’intervento portò alla perdita cronica della memoria a lungo termine e Molaison non fu più in grado di memorizzare le cose. Fu condannato  così a vivere in un eterno presente, allietato solo dal sentimento di amore che nutriva per la moglie. Divenne l’essere umano più studiato nella storia della neuroscienza. Il terzo racconto, ambientato ai giorni nostri, parla di Martha, una neuropsicologa che si chiede chi sia più fortunato: i cosiddetti “normali” che non dimenticano  vicissitudini, problemi, angherie o i suoi pazienti affetti da amnesia che non riescono a ricordare  e così cancellano dolori, rancori e ferite?“Incognito” esplora in maniera esilarante la natura dell’identità, come siamo caratterizzati da ciò che ricordiamo e pone un quesito: siamo solo il risultato delle nostre esperienze, dei nostri incontri, degli amori vissuti, delle persone che abbiamo perduto? Nel caso la nostra mente non riuscisse più a ricordare, cosa resterebbe di noi?

 

Teatro della Cometa – Via del Teatro Marcello, 4 – 00186

Orario prenotazioni e vendita biglietti: dal martedì al sabato, ore 10:00 – 19:00 (lunedì riposo), domenica 14:30 – 17:00 – Telefono: 06.6784380

Orari spettacolo: dal martedì al venerdì ore 21.00. Sabato doppia replica ore 17:00 e ore 21:00. Domenica ore 17:00. Costo biglietti: platea 25 euro, prima galleria 20 euro, seconda galleria 18 euro.

 

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting