#iostoacasa in compagnia dell’arte.

Raffaello_Sanzio_-_Pietro_Bembo.jpg
0
0
0
s2sdefault

L’arte come rifugio virtuale all’epoca del Coronavirus. La Galleria degli Uffizi lancia la campagna #UffiziDecameron ispirata alla famosa opera del Trecento di Giovanni Boccaccio. Nel 1348, a Firenze, durante un’epidemia di peste,  dieci giovani, di cui  sette ragazze e tre ragazzi,  si rifugiano  sulle colline di Firenze per sfuggire al contagio.  Passano il tempo ballando,  cantando e raccontando novelle.   A turno, ogni giorno i ragazzi raccontano una storia, i temi spaziano dall’elogio della fortuna e dell'intraprendenza mercantile, agli amori infelici e gioiosi, le beffe,  gli esempi di magnificenza e cortesia. La Galleria degli Uffizi, per tenere compagnia ai numerosi italiani confinati a casa, pubblicherà, ogni giorno, su Instagram, Twitter, Youtube e sul web, video, storie, immagini delle magnifiche opere della Galleria delle Statue e delle Pitture, in Palazzo Pitti e nel Giardino di Boboli.  Per potenziare l’iniziativa è stato attivato anche il canale social Facebook  (indirizzo www.facebook.com/uffizigalleries/). Si potrà anche visitare alcuni dei più suggestivi angoli delle Gallerie, nella sezione “La mia Sala”, attraverso dei video, gli  assistenti museali, ci accompagneranno in tour virtuali. Le Gallerie hanno prestato alla mostra di Raffaello, organizzata a Roma dalle Scuderie del Quirinale e le Gallerie degli Uffizi, ben 50 opere, la buona notizia è che saranno pubblicati, sempre sugli stessi canali social, video e contenuti su Raffaello, per continuare  a celebrare il cinquecentenario dalla sua morte.

E domani, venerdì 13 marzo, dalle ore 6 alle 24,  il Ministero  di Beni Culturali e Turismo aderisce a “L’Italia Chiamò”, la maratona web solidale, con una diretta sul suo canale You Tube (https://www.youtube.com/user/MiBACT). Una programmazione ricchissima che va dalla visita degli scavi di Pompei, con il direttore Massimo Osanna, alla lezione del restauratore, Antonio Forcellino, direttamente dal ponteggio di restauro delle Sibille di Raffaello, al racconto dei segreti del Museo Egizio con il direttore Christian Greco. Non perdetevi il racconto del dietro le quinte della mostra di Raffaello alle Scuderie del Quirinale con il direttore Mario De Simoni, che ci racconterà, come dopo la chiusura per le misure contro il Coronavirus, sia stata” messa al buio” per evitare l’esposizione alla luce delle preziose e fragili opere di Raffaello.

#l'italiachiamò: l'iniziativa è promossa da Comin & Partners.

https://www.uffizi.it/magazine/uffizi-facebook-2020

#l’Italiachiamò