Tendenze

Non ci restano che le serie Tv.

hunters-stagione-1-prime-video-960x640.jpg
0
0
0
s2sdefault

In questi giorni di Coronavirus, dove il senso civico ci impone di restare a casa, ecco una segnalazione di alcune delle serie Tv più interessanti da guardare. Incominciamo da Sky Atlantic, per gli amanti del fantasy segnaliamo due serie,  la prima targata HBO “His Dark Materials - Queste oscure materie”  è il primo capitolo, della famosa  saga letteraria di Philip Pullman. Narra la storia di Lyra, una ragazzina che vive nella Oxford di un mondo parallelo. In questa dimensione ad ogni umano  corrisponde un daimon, ovvero  la rappresentazione della propria anima sotto forma di un animale.  L’avventura, piena di colpi di scena, di Lyra inizia quando lei entra in possesso di un prezioso strumento chiamato Aletiometro.

La seconda serie è  “A Discovery of Witches” primo adattamento della trilogia bestseller di Deborah Harkness, professoressa dell’University of Southern California, specializzata nella Storia delle Scienze e della Magia dell’Europa, dal XVI al XVIII secolo.  Diana Bishop, giovane professoressa di Storia, ereditiera di una potente  stirpe di streghe  e il vampiro Mattew Clairmont hanno infranto il patto che interdiceva loro di amarsi. Un giorno Diana scopre nella biblioteca dell’università di Oxford, l’Ashmole 782, un prezioso manoscritto di alchimia e scatena così un conflitto millenario.

Leggi tutto: Non ci restano che le serie Tv.

Immagine_locandina_Alla_mia_piccola_Sama_1.jpg
0
0
0
s2sdefault

Il 13 febbraio esce nelle sale "Alla mia piccola Sama" - titolo originario "For Sama" - il documentario dei registi Waad  al-Kateab ed Edward Watts,  distribuito da Wanted Cinema, con il patrocino di Amnesty International Italia,  che nella versione italiana vede la preziosa partecipazione di Jasmine Trinca. Waad studiava marketing presso l'Università di Aleppo quando sono iniziate le proteste contro il regime di Assad. Insieme a molti siriani ha documentato gli orrori della guerra e le sofferenze che vedeva moltiplicarsi intorno a lei. Le forze armate di Assad hanno combattuto contro i ribelli per il controllo di Aleppo. Waad ha documentato il devastante assedio realizzando alcune delle immagini più memorabili del conflitto durato sei anni. Nel 2016 lei e la sua famiglia furono evacuate da Aleppo e Waad riuscì a portare con sé tutto il girato. Adesso vive a Londra insieme a suo marito e alle sue due figlie. "Alla mia piccola Sama" è un viaggio intimo nell'esperienza femminile della guerra, una lettera d'amore di una giovane madre a sua figlia. Il documentario racconta la storia di Waad al-Kateab attraverso gli anni della rivolta di Aleppo, in Siria, quando si innamora, si sposa, e nasce Sama, il tutto mentre intorno esplode il conflitto. La storia di Waad inizia nel 2012 quando le proteste contro la dittatura di Assad scoppiano anche all'interno dell'università in cui studiava. Con la sua macchina fotografica documenta la gioia e l'ottimismo di quei primi giorni, la sua camera raccoglie storie incredibili di perdita, risate e sofferenza, mentre Waad si chiede se fuggire o meno dalla città per proteggere la vita di sua figlia, in un momento in cui partire significa abbandonare la lotta per la libertà per la quale ha già sacrificato così tanto.

Leggi tutto: Dal 13 febbraio nelle sale"Alla mia piccola Sama", la testimonianza di una giovane madre alla...

Supermagic2020-FotoHD-Magus_Utopia_4.jpg
0
0
0
s2sdefault

Torna l’imperdibile appuntamento con Supermagic, lo spettacolo di varietà magico più grande d’Europa, giunto alla 17ª edizione. Dal 30 gennaio al 9 febbraio al Teatro Olimpico di Roma, i migliori illusionisti e prestigiatori provenienti da tutto il mondo si esibiranno in un nuovo imperdibile spettacolo: “Supermagic Illusioni”.

Un’esperienza di pura magia dove le illusioni si trasformano in realtà: incredibili apparizioni, trasformazioni ed effetti magici mai visti prima in Italia. Un’occasione unica per sognare e divertirsi con la grande magia dal vivo.I migliori illusionisti, prestigiatori, mentalisti, grandi talenti e campioni internazionali, insieme sullo stesso palco per la prima volta in Italia, incorniciati da una scenografia mozzafiato e da una coinvolgente atmosfera d’incanto e di mistero.

8 stelle internazionali della magia, un nuovissimo cast di oltre 20 artisti, 2 ore di intrattenimento per sorprendere, divertire e far sognare ad occhi aperti gli adulti, ma anche i bambini. Quest’anno per la prima volta con la musica suonata dal vivo.

DEN DEN è un eccellente manipolatore giapponese, maestro di questa difficile arte. Vincitore di numerosi riconoscimenti non solo in Giappone, è stato recentemente premiato con la "Medaglia d’oro d’onore" della Society of American Magicians, il più prestigioso riconoscimento magico, ricevuto da un solo altro manipolatore prima di lui. Den Den ha iniziato ad interessarsi di magia a 7 anni e da quel momento non ha mai spesso di stupire e di emozionare il suo pubblico, con i suoi effetti innovativi e straordinari. Un perfetto equilibrio tra eccellenze tecnica ed artistica, in un’esibizione di poesia magica.

MAGUS UTOPIA è un originale illusionista campione del mondo di magia, vincitore nella categoria "grandi illusioni”, e un talentoso artista. Insieme hanno fuso l’arte dell'illusione e del racconto per creare “Nightmare”, un numero pluripremiato presentato nei più grandi show di tutti i continenti. La loro esibizione è spesso descritta come una fusione tra il “Cirque du Soleil” e "Freddy Krueger", è come assistere ad un film dal vivo, ad un momento incredibile, tra surrealtà, personaggi bizzarri ed effetti magici mai visti prima.

RUDY COBY è un originale e bizzarro illusionista americano, stella di Las Vegas conosciuto anche con il nome di “Labman”. Si esibisce in un numero insolito e ricco di meraviglia, portando sul palco un personaggio che sembra uscito dai fumetti: un inventore che dà vita ad incredibili esperimenti. Ideatore e protagonista di diversi show televisivi originali, ha collaborato anche con grandi nomi della musica internazionale come Marilyn Manson. Originalità e surrealtà si fondono per lasciare spazio allo scienziato più bizzarro del mondo.

Leggi tutto: Supermagic Illusioni. I più grandi nomi della magia internazionale al Teatro Olimpico di Roma

"Aggiungi un posto a tavola " L'iconico spettacolo da vedere durante le feste.

Z06_5493.jpg
0
0
0
s2sdefault

Oltre 160 mila spettatori ogni sera hanno applaudito il simbolo della purezza, la “Colomba”, sintesi di gioia e rinascita, con emozionanti standing ovation sulle note finali dello spettacolo. Pubblico commosso e felice. E così ben 150 repliche in giro per l’Italia portano Alessandro Longobardi a proseguire il tour di AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA per il terzo anno consecutivo. La tournée viene inaugurata con una speciale collaborazione con il Teatro Carlo Felice di Genova, in una nuova messa in scena che vede per la prima volta coinvolta l’orchestra sinfonica diretta Maestro Maurizio Abeni, che ne cura anche le orchestrazioni, ed il coro diretto dal Maestro Francesco Aliberti. Una tra le più amate commedie musicali italiane, di Pietro Garinei e Sandro Giovannini, scritta con Jaja Fiastri, protagonisti insuperati di un’epoca leggendaria per il teatro italiano. Le musiche, composte da Armando Trovajoli, hanno incantato intere generazioni. Rappresentata per la prima volta nel 1974, fu un successo senza precedenti, con centinaia di migliaia di spettatori entusiasti, affermandosi anche sulla scena internazionale con oltre 30 edizioni e circa 15 milioni di spettatori, in Inghilterra, Austria, Cecoslovacchia, Portogallo, Spagna, Russia, Ungheria, Messico, Argentina, Cile, Brasile, Venezuela, Finlandia.

Leggi tutto: "Aggiungi un posto a tavola " L'iconico spettacolo da vedere durante le feste.

IMG_20200121_092211.jpg
0
0
0
s2sdefault

Nella vivace area di Porto Fluviale, si trova Huobi, Mercato Orientale, realtà unica nel contesto capitolino dedicata esclusivamente alla gastronomia e alla cucina del mondo asiatico.

Nello storico centro di traffici commerciali che è stato Porto Fluviale, precisamente in quella zona che ha visto per decenni l’attività dei Mulini Biondi e l’andirivieni giornaliero dei carri merce dell’adiacente strategico snodo ferroviario, si trova Huobi. Un mercato concettuale giacché mantiene vivo il passato di quel luogo a partire dal nome: Huobi letteralmente indica la moneta, metallica e sonante, e con essa l’idea di scambio, di scoperta e conoscenza.

Tre grandi forni cinesi, visibili alla clientela, destinati alla cottura tipica dei piatti orientali più tradizionali come la celeberrima anatra alla pechinese. 

Leggi tutto: Ecco Huobi, il primo mercato orientale di Roma dedicato alla gastronomia e alla cucina del mondo...

Foto_rabbia.jpg
0
0
0
s2sdefault

La Fondazione per la Medicina Personalizzata FMP, ha promosso una campagna di informazione,  che nasce dall’osservazione della pratica clinica sulla rabbia nei pazienti oncologici. Per il prof. Paolo Marchetti – Presidente della Fondazione per la Medicina Personalizzata e direttore dell’ Oncologia Medica B Policlinico Umberto I, professore ordinario di Oncologia Medica alla Sapienza e già direttore del reparto di Oncologia Medica dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma - gli ostacoli presenti nei percorsi di cura rappresentano dei muri spesso insormontabili, la diagnosi di una malattia oncologica influenza in molti modi la vita di una persona, annulla in un momento il progetto di vita. Tra le reazioni più comuni ci sono shock, negazione, depressione, ansia e rabbia. Quest’ultima si declina in molteplici forme, la rabbia verso sé stessi, la rabbia verso una malattia che “non deve colpire” me, la rabbia verso i medici  curanti che sono presi come la conferma del fallimento terapeutico, la rabbia verso  il mondo intero. In questa società in cui sono predominanti i temi della bellezza e dell’immortalità, se c’è un’imminenza di morte, sicuramente la colpa deve essere di qualcuno e quindi ecco che scatta la rabbia verso il medico, verso la struttura che cura perché non ha saputo superare il limite della morte.  Ma la rabbia non è solo quella del paziente,  la rabbia è anche quella dei familiari nei confronti dei medici, ma soprattutto la rabbia come momento di frattura con quello che abbiamo intorno è maggiore quanto più siamo stati lontano dalle persone care. Gli attacchi più violenti, subiti dal prof. Paolo Marchetti, sono stati quelli da parte dei familiari, che non sono mai comparsi nel lungo percorso di malattia, e che si sono accorti, arrivando, all’ultima settimana di vita del loro caro, che si era giunti al capolinea. E poi  c’è la rabbia dei medici, perché hanno il rammarico, forse, di non aver prestato attenzione ad un particolare, ad un sintomo che è sfuggito; la rabbia dovuta al non avere ancora a disposizione la capacità di guarire qualcuno a cui si è particolarmente legati, con cui si è condiviso un lungo percorso, con cui si è gioito per i tanti successi avuti insieme.  I medici si sentono impotenti perché tutto quello che la medicina gli ha insegnato, fino a quel momento, non gli consente la gioia più grande, quella di guarire un paziente. E’ essenziale non essere depressi e sfruttare la rabbia come momento di costruzione dell’alleanza con il medico. Secondo Marchetti "la psiconcologia è uno degli strumenti fondamentali da seguire, come Fondazione e come Aiom ci stiamo battendo per il riconoscimento della figura professionale dello psiconcologo".

Per lo psichiatra Vittorino Andreoli il tema della rabbia sta prendendo sempre più dimensione nelle attività mediche in generale. Viviamo nell’età della rabbia, in una società difficile che genera stimoli continui e frustrazioni, dove i criteri sono quelli del successo, del benessere, dell’essere in forma.

Leggi tutto: Psiconcologia. Uno studio promosso dalla "Fondazione per la medicina personalizzata"sulla rabbia:...

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting