124987-unnamed-10.jpg
0
0
0
s2sdefault

“La festa è finita” è la nuova personale di Florence di Benedetto, che inaugura il prossimo 18 gennaio alla galleria Glauco Cavaciuti. Dopo “There is beauty in everything” del 2019, Cavaciuti torna ad ospitare un solo show dell’artista, il primo presso dallo spazio di via Vincenzo Monti 27, dopo le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria. In mostra 14 fotografie e una grande luminaria salentina, protagonista di tutti gli scatti fotografici. Il lavoro, che per media e materiali si differenza dalla produzione pittorica precedente dell’artista, ne prosegue la ricerca e si dimostra come un’evoluzione dello stesso linguaggio, nell’intento di rappresentare un vissuto che parte dal personale e dall’osservazione della realtà per arrivare a una nuova visione di questa, trasfigurata e resa generale. “La festa è finita” è una riflessione sul tempo che stiamo vivendo, che ruota intorno al concetto di polarità e contrapposizioni che la pandemia ha messo ancora più in evidenza. Il lavoro gioca sul contrasto tra un’immagine gioiosa che richiama le strutture delle feste tradizionali del sud Italia e un messaggio estremamente crudo e diretto, che rivela lo stato delle cose di questi ultimi due anni, durante i quali, l’idea di festa, in senso lato, è mutata.

Leggi tutto: Mostra di Florence di Benedetto "La festa è finita" alla galleria Glauco Cavaciuti di Milano

Benvenuto 65!

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Ogni anno la rivista 65 per ricominciare, dedicata agli over 65, accoglie nuovi lettori che superano la soglia del  sessantacinquesimo anno di età, rendendone sempre più folto il pubblico,  cui diamo il benvenuto!

Il sessantacinquesimo è un anno che assume un significato interessante, perché è  un confine  psicologicamente delicato,  avviando  un riconoscimento ufficiale   dell’età over!  L’età over è uno status anagrafico, che molto spesso non corrisponde alla percezione di sé da un punto di vista biologico e psicofisico, rendendo complesso  l’attraversamento del guado. Sessantacinque, praticamente, vuol dire ricevere sconti, tessere d’argento  con convenzioni vantaggiose, riduzioni per accedere a spettacoli o mostre ed entrare nel target della fascia di età cui orientare pubblicità mirate ai bisogni degli over e delle over.  Ma psicologicamente quale vissuto attiva il compimento del sessantacinquesimo? Ogni età segna un passaggio tra un prima che si lascia alle spalle il passato e un dopo che guarda al futuro, ma il presente è lì sulla soglia, in mezzo a due non-luoghi,  nello spazio  della consapevolezza di sé.  Il sessantacinquesimo anno di età  è un numero indicativo per iniziare a pensare a nuovi progetti che accompagneranno il periodo della pensione, quando il lavoro attivo e produttivo lasceranno il posto a un nuovo tempo di vita.  Come vivere la nuova sponda? Non a caso la rivista 65 per ricominciare è un invito a riprendere in mano la propria vita da un altro punto di vista,  con nuove idee e nuovo stile di vita.

Leggi tutto: Benvenuto 65!

Artclub#34: Giuseppe Penone a Villa Medici (17 dicembre 2021 - 27 febbraio 2022)

Giuseppe_Penone__Vaso__2005_gesso_terracotta_smaltata_20_x_39_x_39_cm__Archivio_Penone.jpg
0
0
0
s2sdefault

Dopo la grande mostra personale organizzata nel 2008 da Richard Peduzzi, Giuseppe Penone torna oggi a Villa Medici con un progetto ideato appositamente per le stanze storiche del cardinale Ferdinando de’ Medici. Dal 16 dicembre 2021 al 27 febbraio 2022; l’artista presenta quattro opere emblematiche della propria poetica: Vaso (1986) in ceramica e gesso, Il vuoto del vaso (2005) in terracotta bianca e radiografie, e Avvolgere la terra – vaso (2005) in terracotta bianca e gesso, il video Ephemeris (2016) e cinque sculture in terracotta e bronzo dal titolo Terra su terra – bacile (2005).

Mentre l’esposizione del 2008 era presentata negli spazi più emblematici e maestosi di Villa Medici, l’artista occupa questa volta un luogo dal carattere più intimo: le stanze private del Cardinale Ferdinando de’ Medici (la stanza degli Elementi, la stanza delle Muse, la stanza degli Amori di Giove). Per questo progetto, Giuseppe Penone cerca di mettere in valore la singolarità degli spazi presentando tre opere che mettono in discussione il materiale e il concetto di scultura.

Leggi tutto: Artclub#34: Giuseppe Penone a Villa Medici (17 dicembre 2021 - 27 febbraio 2022)

Bambini_e_famiglie_nei_giardini_di_Villa_Medici_2__Claudia_Gori.jpg
0
0
0
s2sdefault

Riprendono le visite didattiche per le famiglie a Villa Medici: a partire dal 19 dicembre l’Accademia di Francia a Roma proporrà infatti ogni domenica, alle ore 11, una nuova serie di appuntamenti, nei suoi meravigliosi giardini, rivolti in particolar modo ai più piccoli.
Evento anticipatorio del ciclo di attività, rivolto nello specifico a bambini dai 3 ai 7 anni, sarà il giorno prima, sabato 18 dicembre alle ore 11, l’incontro con l’illustratrice Louise Mézel che in questa occasione presenterà il suo nuovo libro Roland Léléfan l’artiste à la Villa Médicis, intervallando la visita della Villa a momenti di lettura dove si racconteranno le avventure del famoso elefantino Roland alla scoperta di Villa Medici, dei suoi giardini e degli artisti che vi abitano. L’iniziativa si svolgerà in francese.

Leggi tutto: All'Accademia di Francia - Villa Medici- dal 19 dicembre riprendono le visite per le famiglie

Donne nella musica

f1.jpg
0
0
0
s2sdefault

Gaia Vazzoler nasce pianista al Conservatorio di Latina, si laurea col massimo dei voti al DAMS di Roma Tre, insegna musica ai piccoli di tre-cinque anni, fa concerti e si dedica a studi di musicologia. Sue una serie di  introduzioni di grande successo ai concerti dell’Accademia di Santa Cecilia a Roma con cui ha collaborato per dieci anni. Il pubblico ha mostrato di apprezzare molto l’ascolto diuna introduzione al discorso musicale. Da qui, durante il lockdown, nasce l’idea di fare dei salotti musicali a cui tutti si possono iscrivere. E moltissime sono le donne over 60 che si iscrivono sfatando il luogo comune che le donne “non rispondono” perché in realtà possono suonare qualsiasi strumento, soprattutto il pianoforte che richiede un atteggiamento “multitasking” tipico delle donne perché comporta l’uso non solo del cervello e quindi del pensiero ma contemporaneamente della vista per leggere la musica e delle mani e dei piedi per suonare.

 Negli anni Gaia Vazzoler aveva notato come nel campo della musica fossero presenti sempre e soltanto gli uomini, così si è messa a fare delle ricerche da cui è nata una carrellata straordinaria di donne che hanno aiutato i loro fratelli e mariti senza mai apparire, ombre preziose e silenti di musicisti famosi.

Leggi tutto: Donne nella musica

Le straordinarie opportunità offerte dalla medicina oncologica di precisione

Foto_prof_Paolo_Marchetti_e_prof_Giuseppe_Curigliano_-_credits_Oreste_Fiorenza.jpg
0
0
0
s2sdefault

Nei giorni scorsi  Roma  ha ospitato l’Italian Summit On Precision Medicine - Presidenti del summit, il prof. Giuseppe Curigliano, Università di Milano e Istituto Europeo di Oncologia,  ed il prof. Paolo Marchetti , presidente FMP e professore ordinario di Oncologia Sapienza Università degli Studi di Roma.

Il summit organizzato da FMP (Fondazione per la Medicina Personalizzata)  ha riunito a Roma i maggiori key-opinion leaders italiani ed internazionali. Profilazione molecolare, biopsia liquida, profilazione immunologica, ultimi trattamenti personalizzati, nuovi target, nuove combinazioni, utilizzo di nuovi disegni di studi clinici in grado di rispondere alle recenti esigenze oncologiche di precisione, questi gli argomenti su cui si sono confrontati gli esperti che hanno  focalizzato le  possibilità offerte dalle nuove tecnologie del panorama scientifico internazionale.

Leggi tutto: Le straordinarie opportunità offerte dalla medicina oncologica di precisione

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting