Salute e benessere

Ultimo bacio?

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

L’emergenza sanitaria in cui vive il mondo intero in queste ultime settimane, in seguito al pericolo di diffusione del Corona Virus, ha sicuramente  portato, utilmente, a focalizzare l’attenzione  su quei gesti di quotidiana abitudine come lavarsi le mani,  ma anche, inopportunamente, a guardarsi intorno  con circospezione per cercare di individuare portatori di virus  modificando, inconsapevolmente, atteggiamenti spontanei come baciare amichevolmente persone conosciute da molto tempo.  Certo, la paura è portatrice del dubbio e, di conseguenza, se si deve scegliere se baciare o non baciare, l’astensione è automaticamente prevedibile. Purtroppo, quando s’innesca il meccanismo della paura, il pensiero razionale, che porterebbe a considerare l’assenza di pericolo nel baciare un amico o  un’amica, che non sono cacciatori di virus per professione,  è prevaricato dall’istinto di conservazione che produce la fuga! Come fare per evitare che il bacio sia relegato a un apostrofo rosa tra le parole t’amo?  Sicuramente il buon senso aiuta, oltre alla giusta informazione che consentirebbe di discernere tra il possibile e l’impossibile rischio di contagio.

Leggi tutto: Ultimo bacio?

COLORI DELL’ANIMA

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Quanto sono importanti i colori  nella vita di un over? A volte si scelgono  sempre gli stessi colori senza rendersene conto, sia per acquistare oggetti e sia per scegliere capi di abbigliamento da indossare. Le fasi della vita,  caratterizzate dai colori, sono in genere più evidenti  quando si guardano fotografie di periodi più o meno lontani ed  è più facile individuare colori che ricorrono.  Ogni persona ha un colore preferito, e anche se   altri colori incontrano preferenze in particolari periodi della vita,  il colore  scelto nell’infanzia, spesso,  rimane stabile. I colori accompagnano gli stati d’animo e la gamma  dei colori da scegliere è ampia,  colori accesi o tenui, chiari o scuri, purché  in sintonia con emozioni e pensieri.  Il colore è un evidenziatore dell’involucro affettivo, in cui ci si sente contenuti in quel momento della vita e dove si accoglie chiunque condivida la  propria strada. I colori sono, inoltre, sempre più usati come nastri   per tracciare strade da percorrere nei luoghi pubblici, dalle metropolitane agli ospedali, dai grandi centri commerciali alle immense aree parcheggio,  per evitare che ci si possa perdere. Il colore, quindi,  come una bussola che segna la rotta.  

Leggi tutto: COLORI DELL’ANIMA

Lettera ai Magi

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

In genere in questo periodo si scrive la letterina a Babbo Natale o alla Befana, ma mai ai   Magi, i tre uomini sapienti  che si incamminarono da oriente, seguendo la stella cometa, ipotizzando che un evento eccezionale stava per accadere. Il loro  cammino fu lungo e i regali che portarono con sé erano  doni come l’oro, l’incenso e la mirra che sottolineavano  la natura regale, celestiale e umana del nuovo nato. I Magi sono personaggi che nel presepe sono posti lontano rispetto alla capanna del Bambinello, perché il loro arrivo è previsto per il giorno che verrà  dedicato alla Epifania.  I Magi giungono nel giorno dell’Epifania, perché rappresentano una presenza epifanica,  portatori di scienza e conoscenza,  di cui  l’umanità avrebbe  bisogno ancora oggi.

Leggi tutto: Lettera ai Magi

Rabdomante di storie

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

In alcuni momenti della vita  quotidiana si possono avvertire sensazioni di insofferenza o di inquietudine che stimolano la ricerca di  qualcosa, ma senza  averne una percezione chiara. Un modo per trarre spunti utili, alla comprensione  di quanto interiormente stia accadendo, può essere quello di uscire da casa e  recarsi  in  libreria. È proprio all’interno di una libreria che mi si è  palesata la figura del rabdomante, cioè  colui che in passato, con una particolare bacchetta “magica” a forma di Y, individuava falde acquifere. In una libreria, ovviamente, non si cerca acqua sorgiva, ma, sicuramente,  si cercano storie che possano assomigliare alla propria, che producano conforto e  condivisione emotiva  con chi ha creato quel racconto.  Nell’epoca in cui il web fornisce un utile servizio di  librerie virtuali con titoli di libri, trovabili e introvabili, che comodamente sono recapitati presso la propria abitazione, si nasconde il rischio di impigrirsi affidandosi a una scelta un po’ superficiale.

Leggi tutto: Rabdomante di storie

Anni ‘20

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Il riferimento agli anni  ’20, piuttosto che far pensare al 2020, anno appena iniziato,  riporta indietro  di cento anni, al 1920. Sicuramente, nell’immaginario collettivo gli anni venti, del millennio scorso,  si sono consolidati  per gli accadimenti legati alla politica, alla letteratura   o alla pittura, quindi anni intrisi di storia. I nuovi anni ’20 devono ancora essere scritti, vissuti e narrati, di conseguenza sarebbe utile essere consapevoli di quanto sia importante, per la memoria dei posteri, ciò che si va costruendo oggi, affinché   i protagonisti dell’attuale  decennio siano conosciuti nel tempo  nella loro essenza. Nelle librerie o nelle biblioteche si incontrano scrittori  dei trascorsi anni venti, per le strade delle città ancora si  vedono edifici costruiti in quell’epoca, così come le opere  d’arte si possono ammirare  nei musei o nelle gallerie, quindi è un periodo molto presente nella memoria, ma anche nella testimonianza  tangibile di quanto fu prodotto.

Leggi tutto: Anni ‘20

Disconnessione

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Quante volte si  desidera di essere disconnessi dalla rete telematica, per provare a vivere il silenzio, senza squilli o trilli  di apparecchi elettronici,  a volte  inopportuni?  L’inquinamento acustico non riguarda solo le strade delle città, ma anche le abitazioni dove   telefoni, sveglie o timer hanno un richiamo sonoro che, se troppo ravvicinati, possono disturbare un bisogno di quiete. Eppure, si può essere anche dipendenti dalla connessione continuativa con il mondo che chiama e richiama,  per  essere sempre informati su quanto accade fuori. Come fare per vivere in contatto con gli altri senza giungere a una saturazione  disturbante che indurrebbe il desiderio di tagliare i fili, che ormai il wireless ha reso anche inutili?  Forse con il coraggio di  assentarsi, di entrare nella funzione offline, come se si stesse attraversando l’oceano su un aereo che conduce in luoghi di pace e serenità.

Leggi tutto: Disconnessione

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.06.32110096

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting