Le tasche della vita

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

L’olfatto è uno dei cinque sensi cui si pensa poco, a differenza degli altri,  forse perché ce ne accorgiamo solo quando siamo investiti da odori  molto sgradevoli o gradevoli,  infatti, è un  ottimo sensore che rileva ambienti  salubri o tossici. L’olfatto  appartiene all’immateriale, perché estrapola l’essenza da ciò  con cui entriamo in contatto senza, a volte, averne coscienza.  Particelle invisibili ci attraversano mentre camminiamo per le strade della vita,   evocando sensazioni, ricordi ed emozioni, producendo  esperienze sensoriali indefinite  che però rimangono nella memoria.  La pandemia, che l’Umanità sta attraversando, è  caratterizzata da un virus che tra i sintomi con cui si manifesta c’è  anche l’assenza dell’olfatto e del gusto.  Molte persone hanno ancora difficoltà a recuperare completamente questi sensi compromessi dalla malattia e si devono esercitare per riconquistarli, seguendo  il ricordo dell’odore o del sapore  perduto  come una strada da percorrere tra mille stimoli più o meno gradevoli.  

Per ricordare un giorno piacevole, in genere, è sufficiente guardare una fotografia, ripensare alle persone con cui si è condiviso il momento o tornare nei luoghi evocativi dell’ evento significativo, ma per ritrovare un profumo,  che non si trova in natura se non miscelato ad altri odori, ma, soprattutto, alle emozioni che sono sempre uniche e irripetibili, come si fa?  I luoghi della memoria sono infiniti, spazi impalpabili che abitiamo ogni qual volta evochiamo un’immagine o un’esperienza vissuta, un flusso di ricordi difficile da districare per estrapolare quello specifico engramma mnemonico, cercato come se  si  frugasse  nelle tasche della vita. Sicuramente più gli anni passano e più le tasche diventano profonde, al punto di far affiorare anche qualcosa di inaspettato. Proprio l’inaspettato fa temere la curiosità di  frugare nelle profondità della psiche per timore di sofferenze antiche, ma è lì che non bisogna aver paura di andare, perché può essere un’occasione per riattivare percezioni olfattive che corredano un’emozione  dove le tracce della vita vissuta possono ancora sorprendere.

 

Sira Sebastianelli

psicologa-psicoterapeuta

www.sirasebastianelli.it

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

POWERED BY

Open Consulting