FORZA OVER!

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Tante generazioni si sono confrontate nei secoli con epidemie e pandemie! Il ‘900 ne ha affrontate più di una e il terzo millennio nei suoi primi venti anni ha già incontrato virus di ogni specie, ma il covid 19 ha colto tutti di sorpresa nella sua inimmaginabile forza distruttiva. La categoria degli over continua a essere la più vulnerabile, quindi anche la più sensibile nel subire gli effetti psicologici conseguenti la paura, la preoccupazione e la solitudine.  L’isolamento cui la clausura salvifica costringe per preservarsi dal contagio ha, comunque,  conseguenze sulla qualità di vita. Le conseguenze più evidenti  riguardano il sonno e la fame. La fame e il sonno  sono i bisogni primari  generalmente  più coinvolti  e quindi non  soddisfatti adeguatamente. L’insonnia e l’inappetenza, sono le manifestazioni sintomatiche maggiormente lamentate dagli over, e non solo, che producono  una carenza di adeguato riposo e di nutrimento, oggi più che mai alla base del sostegno del sistema immunitario.   La condizione anomala di restrizione della libertà di movimento, mai vissuta in precedenza, incide fortemente sulla capacità di adattamento, cui bisogna ricorrere, per accompagnare gli eventi. Ovviamente, come accennavo pocanzi, la paura, la preoccupazione e la solitudine da isolamento, non sono condizioni psicologiche che favoriscono un contenimento delle emozioni, al punto che il pensiero costante dell’emergenza virus si trasforma sempre di più in rumore di fondo.

Come fare per attutire il rumore di fondo psicologico e abbassarne il volume? Alzando il volume di qualcos’altro! Per esempio, se un rumore esterno continuo diventasse estenuante, proveremmo a mettere delle cuffie per ascoltare musica o un audiolibro, per concentrarsi sull’ascolto e piano   piano scendere nella melodia o nella narrazione, dimenticando ciò che accade fuori,  mettendo tra parentesi il rumore costante, almeno per un po’.  Il tempo  per placare la mente e spostare i pensieri altrove attraverso una distrazione psicologica, produce un addestramento inconsapevole per  una concentrazione nuova, in grado di allontanare il rumore costante delle sirene  del virus che abitano l’aria.  La forza della psiche è incommensurabile e può sostenere la fatica di questo periodo, non dimentichiamone l’esistenza, perché la forza di ognuno è la forza dell’umanità. Forza over!

 

Sira Sebastianelli

psicologa-psicoterapeuta

www.sirasebastianelli.it

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting