La ricetta della caponata siciliana.

foto_caponata_maxresdefault_1.jpg
0
0
0
s2sdefault

Ecco qui di seguito la ricetta della caponata siciliana da me cucinata in ricordo delle mie origini siciliane da parte di mio padre che era di Termini Imerese.

Intanto chiariamo subito che le ricette della caponata siciliana sono due: quella palermitana che esclude i peperoni e quella catanese che invece li include. A voi la scelta. Io ho fatto un ibrido: dopo aver cucinato i peperoni al forno e averli conditi con olio, aglio e prezzemolo, mi sono limitata ad aggiungerne una modestissima quantità con l’intento di evitare un sapore troppo dolce.

Un avvertimento: non date retta a chi dice che ci vogliono quaranta minuti. Ci vuole molto di più. Il procedimento è lungo perché bisogna cucinare gli ingredienti separatamente. Eccoli: olio extravergine di oliva,  quattro o cinque melanzane non grandi, una costa di sedano sottile, tre etti di pomodorini, scalogno, pinoli abbondanti, capperi sotto sale in dose generosa, olive verdi in salamoia, aceto di vino bianco, zucchero, basilico, concentrato di pomodoro. Le melanzane vanno tagliate a pezzi max di due centimetri e fritte. Mettetele su una carta per far assorbire l’olio. Tagliate in due i pomodorini piccoli tondi e teneteli da parte. Stessa sorte per le olive che, naturalmente, avrete denocciolato. Non vi scordate di passare i capperi sotto l’acqua per togliere il sale. Lo scalogno (o se non l’avete la cipolla bianca) va tagliato ad anelli non troppo sottili e soffritto facendo attenzione a dorarlo appena.  In un’altra padellina scottate appena il sedano tagliato a rondelle.

Stesso procedimento per i pinoli che però devono diventare dorati. A questo punto aggiungete allo scalogno che avete soffritto in una padella grande, pomodorini piccoli, sedano,  capperi, pinoli e  olive. Se li avete fatti, aggiungete i peperoni. Fate cuocere avendo cura di girare per circa 15 minuti. Nel frattempo preparate il composto in agrodolce: mezzo bicchiere abbondante di aceto, una dose di concentrato di pomodoro tipo un cucchiaio abbondante, tre cucchiai di zucchero e mescolate. Poi dopo aver alzato la fiamma, aggiungete il composto e fate evaporare bene l’aceto. Mescolate delicatamente e mettete in una ciotola grande o in un pyrex e aggiungete le melanzane e molto basilico. Fate riposare per qualche ora. O, ancora meglio, cucinatela la mattina per la sera. Si serve fredda.

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting