Gli animali sono esseri senzienti.

Aasha.jpg
0
0
0
s2sdefault

La  Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente ha chiesto qualche giorno fa al nuovo presidente del Consiglio Mario Draghi e al neoministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, l’inserimento nella Costituzione della tutela non solo dell’ambiente ma anche degli ecosistemi, della biodiversità e degli animali.

Nella giurisprudenza la definizione di essere senziente presuppone una serie di tutele e di prerogative: il Trattato di Lisbona, uno dei trattati dell’Unione Europea,  così ha definito gli animali. Ciò non significa tuttavia che attraverso tale definizione ne abbia sancito i diritti e questa sarebbe l’occasione per dare rango costituzionale alla tutela degli animali allineando la nostra Carta Costituzionale ai migliori esempi europei come Svizzera, Austria e Germania.

Tanti sono i problemi da risolvere dalla prevenzione del randagismo con il divieto di uccidere cani e gatti randagi, al contrasto del traffico di cuccioli, al racket dei combattimenti tra cani…

Carla Rocchi presidente dell’ENPA (Ente nazionale Protezione degli Animali) ha dichiarato:” Anche se alcune leggi li classificano come oggetti, gli animali sono esseri senzienti, provano piacere e dolore, hanno emozioni e sentimenti…” E Margherita Hack, astrofisica di fama mondiale, in una intervista ha detto: “Gli animali sono esseri che amano e soffrono come noi, sono estremamente simili a noi; noi siamo animali con il cervello molto più complesso però quando si tratta di sentimenti come l’amore, la gelosia e l’ira, noi li rivediamo specchiati nei comportamenti degli animali, quindi si può imparare tanto dagli animali che vivono con noi…”

Aggiungo soltanto un triste episodio di cronaca di cui ho letto oggi sul Messaggero. Si è spenta nel Bioparco di Roma la giovane leonessa Aasha per “una rara patologia dovuta ad una malformazione alla base del cranio che impedisce la comunicazione fra il cervelletto e il midollo spinale, schiacciandolo. Un difetto congenito purtroppo diffuso fra i leoni asiatici di tutto il mondo, probabilmente associato alla forte consanguineità esistente in questa popolazione, ridotta dagli uomini quasi all'estinzione.”

 

 

 

 

 

 

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting