POSITIVO!

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Chi non ha un sussulto quando legge o sente il termine “positivo”?  Un termine che dovrebbe avere un connotato essenzialmente buono e favorevole, mentre sempre più è associato a uno stato di malattia, perché ne conferma la presenza.

Spesso non ci rendiamo conto di quanto un termine possa essere ambivalente nel suo significato, in relazione all’uso  cui è destinato. Il pensiero che il positivo abbia risvolti negativi  e il negativo abbia risvolti positivi produce un corto circuito, al punto di dover creare schemi mentali  adatti alla classificazione dell’evento.  Il positivo in genere si associa al bianco e il negativo al nero, due colori opposti come la luce e il buio. Dove c’è luce non c’è buio e dove c’è buio non c’è luce, ma la luce può produrre le ombre, quelle zone  sconosciute alla coscienza dove si annida l’ignoto. È  in quella zona  d’ombra che si cela il negativo che  sconfina nel positivo deprivandolo del suo significato originario. La consapevolezza che la luce produca ombre, offre la possibilità di  riflettere su quanto il confine tra il positivo e il negativo sia labile. 

 

Quando le fotografie si sviluppavano in bianco e nero, il negativo e il positivo proponevano immagini   di uno stesso scatto,  ma invertendo la luce con  il buio, una magia che stupiva e meravigliava i bambini. Nella duplicità dello scatto di un fotogramma  si ritrova la sovrapposizione del positivo e del negativo e la doppia lettura che ne può essere data, al punto di porsi la domanda: qual è il positivo e  qual è il negativo?

 

Sira Sebastianelli

psicologa-psicoterapeuta

www.sirasebastianelli.it  

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting