EUFORIA

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

“Che sensazione di leggera….euforia”, sì euforia e non  follia, come, invece, recita la canzone di Mogol e Battisti, è quanto si respira oggi   nell’aria, trovandosi in zone dove molta gente si affolla per trascorrere i giorni caldi dell’estate, come le spiagge marine o le zone della movida notturna delle città. Da diversi giorni cercavo di cogliere l’essenza significativa  di quanto mi è capitato di osservare nei luoghi  deputati al tempo libero, percependo una sorta di  elevazione del tono della voce o della marcata manifestazione della  ricerca di vicinanza tra le persone, compatibile, più o meno, con il rispetto della distanza, fino ad arrivare a trovarla nell’ euforia.   L’euforia è un’emozione umana, che accompagna l’ allegria, ma che può sconfinare nell’esuberanza quando si vivono eventi positivi, per sottolineare la necessità di liberarsi dal controllo oppressivo del rispetto della regola e lasciarsi andare a una sorta di ebbrezza catartica.    L’euforia può  essere anche un sintomo del disturbo dell’umore, ma non è in questo senso che ne vorrei  rintracciare un significato psicologico per  questo periodo storico. 

 Euforia come desiderio di andare oltre il tempo e lo spazio, come voler ribadire la  propria esistenza, l’essere visibile a tutti i costi, per compensare l’invisibilità dei numerosi giorni di vita trascorsi nell’ombra.   Energia euforica che si esprime con la forza dirompente della spinta alla partecipazione  ravvicinata, per confermare il diritto del proprio territorio che il proprio corpo definisce e circoscrive. Sensazioni euforiche che pescano come reti nel mare tutte le assenze e le mancanze vissute nei mesi scorsi per riempire la svuotata dispensa della psiche, nella paura dell’ imponderabile che, se prima era una possibilità, oggi è   una certezza.   

 

Sira Sebastianelli

psicologa-psicoterapeuta

www.sirasebastianelli.it

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting