Moto Perpetuo

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Un movimento senza fine, continuo, costante, inarrestabile!  Il moto perpetuo sembra essere la sensazione  paradossale che, più di altre, si percepisce in questo periodo, che continua a essere pandemico. Lo stile di vita  di ognuno da un  anno a questa parte è cambiato, la libertà di movimento è condizionata dalla valutazione della necessità dello spostamento, tant’è che qualunque slancio, dettato da un desiderio, il più delle volte è inibito dall’istinto di conservazione, che suggerisce di rimandare o di desistere.  Più si rimane fermi, però, più, paradossalmente, ci si sente in un movimento perpetuo, come se non ci fosse un intervallo tra un giorno e un altro, come se si fosse sempre in attività. Perché? Molto probabilmente è la mente che non si ferma, sono i pensieri che non  trovano argine per placare il loro incalzare continuo.

Ogni decisione è accompagnata da un ventaglio di infinite pieghe  di possibili alternative, che obbligano alla scelta più opportuna, ma di difficile discernimento. È come se l’attività cerebrale avesse sostituito quella fisica. La sospensione del pensare perpetuo è impossibile, ma è possibile orientare il pensiero altrove, spostando l’attenzione  da ciò che non c’è a ciò che c’è. È come trovarsi  su una strada non più percorribile e  per proseguire il viaggio è necessario cercarne un’altra, da costruire e da  inventare. Wisława Szymborska nella sua poesia ‘È una gran fortuna’  quasi suggerisce:

 

“…….Conoscere altri mondi,

non fosse che per un confronto

Elevarsi al di sopra del corpo

che non sa fare nulla così bene

come limitare

e creare difficoltà.

Nell’interesse della ricerca,

chiarezza della visione

e di conclusioni definitive,

trascendere il tempo

dove ogni cosa corre e turbina………….”

 

Sira Sebastianelli

psicologa-psicoterapeuta

www.sirasebastianelli.i

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting