Non categorizzato

Mediterranea Cardiac Surgery Symposia - 7 giugno 2021

LuigiChiarielloClinicaMediterranea.jpg
0
0
0
s2sdefault

SAVE THE DATE

Mediterranea
Cardiac Surgery Symposia
:

THE EVOLVING STRATEGIES FOR
MYOCARDIAL REVASCULARIZATION


7 giugno 2021 ore 14.30
Online dalla Sala "G. Zannini" - Mediterranea - Napoli
 

La cardiopatia ischemica resta la malattia cardiovascolare più diffusa, la cui diagnostica e trattamento ha subito negli ultimi decenni una continua evoluzione. In questo Mediterranea Symposium, sulla base dei risultati di noti e celebrati trials, cercheremo di dare risposta o almeno orientamento a alcuni dibattuti quesiti.

Leggi tutto: Mediterranea Cardiac Surgery Symposia - 7 giugno 2021

ALBA

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Alba, fase del giorno in cui la notte cede il posto alla luce che avanza, per risvegliare la porzione di Mondo che ha bisogno di essere sollecitata alla vita.  In questo periodo, nella mia attività clinica, riscontro il ricorrere di sogni ambientati  al sorgere del sole. Interessante è riflettere sul bisogno di un’alba nella propria esistenza, per iniziare un nuovo cammino e un risveglio a nuova vita. Il periodo pandemico ha reso tutti dormienti, come il pastore dormiente presente nel presepe, in attesa di eventi salvifici per tornare a vivere con nuove consapevolezze.

Leggi tutto: ALBA

Moto Perpetuo

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Un movimento senza fine, continuo, costante, inarrestabile!  Il moto perpetuo sembra essere la sensazione  paradossale che, più di altre, si percepisce in questo periodo, che continua a essere pandemico. Lo stile di vita  di ognuno da un  anno a questa parte è cambiato, la libertà di movimento è condizionata dalla valutazione della necessità dello spostamento, tant’è che qualunque slancio, dettato da un desiderio, il più delle volte è inibito dall’istinto di conservazione, che suggerisce di rimandare o di desistere.  Più si rimane fermi, però, più, paradossalmente, ci si sente in un movimento perpetuo, come se non ci fosse un intervallo tra un giorno e un altro, come se si fosse sempre in attività. Perché? Molto probabilmente è la mente che non si ferma, sono i pensieri che non  trovano argine per placare il loro incalzare continuo.

Leggi tutto: Moto Perpetuo

DUNQUE

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Dunque! In questo inizio d’anno ci troviamo al dunque, per capire se siamo dentro o fuori il contenitore virale che ha cambiato  le abitudini e le consuetudini dell’Umanità tutta. Dopo aver investito tante energie per attraversare le paludi dell’angoscia e dell’incertezza, ritrovarsi a esprimersi con un dunque è più che legittimo.

Dove siamo, dove andiamo, quali progetti, quali speranze, dunque! Che cosa è rimasto, che cosa si è perduto, che cosa si è aggiunto, dunque! Avverbio o congiunzione, punto di arrivo o  di ripartenza? Riflessioni aperte su cui ognuno ha modo di  avviare una ricerca per comprendere dove si trova e su quali percorsi procedere.

Leggi tutto: DUNQUE

MATRIOSKA

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

In questi giorni  mi è capitato di pensare alla bambola russa conosciuta come matrioska, chiedendomene il perché! Probabilmente, riflettendo sull’ultimo anno trascorso, che lascerà  traccia di sé nel DNA psichico  dell’umanità, ho ipotizzato che i ricordi che si sono depositati nella memoria di ognuno siano poco diversificati, perché più legati a emozioni intimamente vissute che a eventi   accaduti. Tant’è che se la memoria, degli ultimi mesi, fosse raffigurata come una  Matrioska, nell’aprirla si troverebbero immagini simili stratificate nel tempo.  In realtà, però,  ciò che sembra simile nasconde delle differenze, come per la bambola russa.

Leggi tutto: MATRIOSKA

Tunnel

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Il tunnel è una galleria lunghissima scavata all’interno di una montagna che collega due luoghi.  Ingresso e uscita dal tunnel sono  visualizzabili  come  punti  luminosi, con un’intensità che diminuisce o aumenta  secondo la distanza da essi. In questo periodo pandemico, spesso, si sente usare l’espressione: “S’inizia a vedere l’uscita dal tunnel”, ma la domanda che ci si pone  riguarda quanta strada da percorrere effettivamente rimanga! Il tunnel è un luogo buio, che se, molto lungo, non consente di intravedere né l’uscita né l’entrata, lasciando nella sospensione del tempo e dello spazio chi lo attraversa. Non a caso  ci sono persone che temono l’ingresso in una galleria proprio per quella zona priva di riferimenti luminosi, motivo di ansia e di attacchi di panico. L’essere umano, al momento della nascita,  entra nel mondo attraverso un canale assimilabile a un tunnel e la fonte luminosa che  percepisce è l’uscita nel mondo ignoto, inimmaginabile e impensabile.  La sensazione nell’attraversare un tunnel, forse derivante dalla memoria inconscia della propria nascita, è quella di andare incontro all’ignoto, immersi in una situazione non paragonabile a qualunque esperienza già vissuta. Impreparati e spaventati, senza strumenti per affrontare l’inconoscibile,  per mancanza di riferimenti, si procede nel tunnel con la determinazione di arrivare all’uscita, salvifica.

Leggi tutto: Tunnel

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting