Non categorizzato

ASSURDO

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Il linguaggio degli adolescenti  di tutte le epoche è sempre stato infarcito di neologismi o  di espressioni linguistiche, ripetute  spesso in modo incongruo rispetto al contesto. La ragione  è da ricercarsi nel bisogno  dei giovanissimi di differenziarsi dal mondo adulto,  anche attraverso l’omologazione a un codice linguistico diverso.  Oggi, il termine con cui  gli adolescenti  manifestano meraviglia, stupore, incredulità,  sorpresa  o imprevedibilità di un evento è  “assurdo”.  L’aggettivo assurdo ha il significato  di sottolineare un vissuto contrario a qualunque logica del pensiero e  fuori da possibili verifiche realistiche, quindi è considerata assurda  quella  particella conoscitiva di cui si sta facendo esperienza,  perché fuori  da qualsiasi  tesi verificabile. Ma, possiamo pensare che il mondo della adolescenza si trovi sempre di fronte a qualcosa di impensabile?  Sicuramente no, ma la spontaneità dei giovani ci induce a riflettere sul bisogno di usare  proprio oggi questo termine, che, al di là del significato, una logica ce l’ha. 

Leggi tutto: ASSURDO

Lontano nel tempo

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Nei mercatini, sparsi per le città italiane, s' incontrano spesso libri antichi, nascosti tra i libri moderni, che però attirano l’attenzione per la loro veste insolita. Libri che d’istinto si lasciano sfogliare e  come per incanto consentono di sprofondare in un  tempo passato che si fa presente anche solo per un istante. Il pensiero  va a chi può averlo posseduto, a chi lo ha scritto e a quanti ne abbiano letto il contenuto, al punto di  immaginare di essere lì, in quel tempo, con loro. Magia dei libri, che lasciano  traccia del passato che si può ripercorrere leggendoli. Echi lontani, ma quanto mai vicini, nella tangibilità delle parole scritte. Oggi,   la scrittura è sempre più digitale  e virtuale, garanzia apparente di eternità, ma sempre più mancante dell’effetto sorpresa  di un libro antico, che occhieggia tra i tanti patinati   nella richiesta di essere letto, per non perdere il ricordo di quel tempo e di quella storia. 

Leggi tutto: Lontano nel tempo

I LUOGHI DELLA MEMORIA

Sebastianelli2021.jpg
0
0
0
s2sdefault

Molti over, sicuramente, hanno trascorso le vacanze estive nei luoghi della memoria. Luoghi dove sono nati e da  dove sono partiti per inseguire sogni e desideri. Ci sono anche over che nel tempo tornano a vivere nelle città di origine, per ricongiungersi con la radice  familiare e culturale più antica della propria storia personale. Ritornare o tornare nei luoghi più significativi della propria esistenza è come  riappropriarsi  di una parte di sé,  cui attingere energia e rigenerazione.  La Madre Terra è il luogo dell’accoglienza, del contenimento e del nutrimento per l’umanità, che si trasforma in Terra Madre per  i singoli individui che la abitano sia  psicologicamente  e sia spiritualmente.

Leggi tutto: I LUOGHI DELLA MEMORIA

Conflitti, come leggere e gestire i contrasti per vivere bene.

IMG_9607.jpg
0
0
0
s2sdefault

Questo libro di Luciana d’Ambrosio Marri e Andrea Castiello d’Antonio edito da Giunti, è veramente interessante per tutti perché intende affrontare il conflitto in generale e il conflitto potenziale analizzando con nuove prospettive gli aspetti emotivi, razionali, interpersonali, di ruolo e di gestione di potere e posizioni sia nella vita professionale che in quella personale. I due autori  ci spiegano come il conflitto può evidenziare le potenzialità di un confronto che, se ben gestito, può diventare produttivo e creativo, superando quei comportamenti di aggressività e passività che spesso si adottano per difesa. “Perché”, spiegano,  “sotto la punta dell’iceberg di un conflitto  ci sono idee pregiudiziali, stereotipi, dinamiche e mondi che se riconosciuti ed esplorati, possono aiutare a trovare soluzioni soddisfacenti per tutti gli attori in gioco…”

Nel libro vengono analizzati moltissimi tipi di conflitti a cominciare dalle guerre, quelli tra generi, tra genitori e figli. Qui mi vorrei soffermare perché ho trovato alcune  definizioni divertenti e  appropriate in cui ho riconosciuto molti genitori di oggi tipo gli helicopter parents, quei genitori che “non mollano mai la presa e che , soprattutto con i figli in età scolastica, sono talmente presenti nella loro vita che cercano di prevenire qualsiasi problema o insuccesso, fino al punto di svolgere i compiti a casa per loro… cosa che inibisce, soprattutto durante l’adolescenza, lo sviluppo della capacità di resilienza e di responsabilità.”

Leggi tutto: Conflitti, come leggere e gestire i contrasti per vivere bene.

Balletto. Lo spettacolare "Lago dei Cigni" il 15 settembre alla Sala Umberto di Roma

Copia_di_SwanLake__1920x1080_1.jpg
0
0
0
s2sdefault

LA COMPAGNIA NAZIONALE DI RAFFAELE PAGANINI

PORTA IN SCENA UNO DEI BALLETI PIÙ NOTI E AMATI DAL PUBBLICO,

L’EMOZIONANTE BALLETTO IL LAGO DEI CIGNI DI PËTR IL'IČ ČAJKOVSKIJ

Lo spettacolo nasce da un’idea che da molti anni il coreografo Luigi Martelletta inseguiva e desiderava mettere in scena, la sua lunga ed intensa carriera come primo ballerino al Teatro dell’Opera di Roma ed in tanti altri Teatri Italiani ed Europei gli ha permesso di studiare a fondo, di esaminare e di danzare molte volte questo spettacolare balletto.

La coreografia originale del repertorio classico infatti non ha mai sottolineato alcuni aspetti del libretto, che però in questa versione viene esaminata e sviscerata; la drammaturgia classica dell’azione coreografica - teatrale del balletto infatti, è abbandonata a favore di una forma di riappropriazione della realtà e dell’esperienza comune basata sui particolari e sulle singole situazioni riunite tra loro in collage ampi e sfaccettati, secondo una metodologia di lavoro di ricerca e di graduale progresso. Fortemente legato alla tradizione accademica, Luigi Martelletta proporrà un lavoro stilisticamente più snello, più vivace, alleggerendo tutti i manierismi e le pantomime che fanno parte del repertorio classico. Non mancheranno però tutte quelle danze e quell’itinerario danzato che molti conoscono e si aspettano: I cigni, la danza spagnola, la danza russa, il valzer, i passi a due, e molto molto altro...

Leggi tutto: Balletto. Lo spettacolare "Lago dei Cigni" il 15 settembre alla Sala Umberto di Roma

EDITORE

EURONET COMUNICAZIONE s.r.l. Con Amministratore Unico
65 PER RICOMINCIARE - Settimanale online di informazione
Autorizzazione Tribunale di Roma n° 88/2014 del 24/04/2014
Direttore Responsabile – Anita D'Asaro
Copyright © 2017 www.65perricominciare.it
Tutti i diritti riservati

CONTATTI

Viale B. Buozzi 102
00197 Roma (RM) Italia

+39.335.481816

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

POWERED BY

Open Consulting